Sanchez: “Mai in uno spogliatoio così unito, siamo una famiglia. Sorrido giocando tra la bellezza di Firenze”

Sanchez contende la palla a Nainggolan. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
Il centrocampista Carlos Sanchez a La Repubblica, parla dell’allenatore della Fiorentina, Sousa: “Un appassionato di calcio, pignolo oltre ogni limite. Uno che sa anche ascoltare. Ha trovato una Fiorentina senza entusiasmo al suo arrivo? C’era eccome. Io uno spogliatoio così unito non lo avevo mai visto. Ci divertiamo, lavoriamo, andiamo in campo convinti di noi stessi. Gli abbracci a Zarate dopo il gol? Noi siamo una famiglia. E nessuno è mai solo quando c’è un problema. Siamo tutti vicini a Maurito nella sua battaglia. Cuadrado mi ha parlato benissimo della società, ma mica mi aveva spiegato che questa città è così pazzesca. Poi mi chiedono perché sorrido: io sorrido perché sono felice di giocare a pallone circondato da tanta bellezza. Mia moglie è felice? Lei ama l’arte, figuriamoci se non è felice. E fuori dal campo la vera roccia è lei. Io sono un tipo tranquillo. Molto tranquillo. Io sono Carlito, il ragazzino che correva sotto la pioggia, ho realizzato il mio sogno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Anche io vorrei lontano te dalla Viola…ma Purtroppo nn si può avere tutto dalla vita.

  2. Scusa se te lo dico. Ma non mi sembri mica normale….e senza bisogno di spiegazioni

  3. Questo è il nuovo vero idolo.
    Infatti Valero e quel cesso di sua moglie sono stati colti da gelosia fulminante!
    Voglio il centrocampo con Badelj Sanchez e Vecino.
    Valero lo voglio lontano da questa squadra.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*