Questo sito contribuisce alla audience di

Sanchez, storia di una “roccia” in difficoltà

Sanchez pronto a passare il pallone. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Finchè la Fiorentina ancora stava cercando una sua forma, e tanti tasselli fondamentali si stavano ritrovando, Carlos Sanchez ha rappresentato un importante risorsa per Paulo Sousa. Una “roccia” a cui aggrapparsi, così come “Roca” è il soprannome del mediano colombiano. Nello schieramento attuale della Fiorentina però l’ex-Aston Villa difficilmente può trovare spazio, e vista anche la poca continuità con cui la Fiorentina riesce ad andare in gol, specialmente in casa, Sanchez non rappresenta un elemento in grado di spostare gli equilibri di una gara in corso di svolgimento. Un centrocampista con le sue caratteristiche non sembra fare al caso della squadra viola: i dubbi sul suo riscatto non possono che aumentare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Sara’ sicuramente un imbecille l’allenatore della Colombia che lo considera titolare fisso in una nazionale che ha fatto bene ai mondiali

  2. Albertoviolaclubroma

    Sanchez non solo gioca in nazionale, ma è anche il capitano della Colombia, da diversi anni.Bolatti e marcio santos la loro nazionale l’ hanno vista da lontano,forse in televisione.

  3. Sanchez da riconfermare.
    Lui fa cosa gli dice il mister.
    Può stare anche avanti e tirare sassate in porta di testa e di piede.

  4. Gente ma se questo ha 30 anni ha giocato con squadre di bassa classifica un motivi ci deve pur essere che è scarso .
    Ma gioca titolare nella sua nazionale anche Bolatti giacava nella sua nazionale e pure Marcios Santos .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*