Questo sito contribuisce alla audience di

Sandrelli: “Saponara può essere la carta in più. Con Baggio capii subito che era un campione”

Il giornalista Massimo Sandrelli

Il giornalista fiorentina Massimo Sandrelli è intervenuto a Radio bruno Toscana per analizzare la difficile sfida di domani sera a San Siro. Queste le sue parole: “Ilicic basa il suo gioco sulla tecnica, e basandosi sul suo talento è normale che durante la stagione abbia momenti di appannamento. E’ quel tipo di giocatore che fa la differenza quando serve, nel momento migliore. Sousa dovrebbe farsi furbo e sfruttare l’enorme potenziale di Chiesa. Saponara non credo che cerchi il riscatto contro il Milan, l’abbiamo visto poco e avrà bisogno del suo tempo. Queste sono scelte complicate per Sousa, spesso legate anche alla fortuna. Chissà se ha fine partita l’ex Empoli non possa rivelarsi la nostra carta in più. Un ricordo di Baggio a Firenze? Ne avrei veramente tanti da poter raccontare. Io lo conobbi immediatamente appena arrivato a Firenze. In quel caso era infortunato e ci fu subito qualche dubbio su di lui. Arrivò con le stampelle e subito dalla prima intervista che gli feci per la tv, capii quale grande campione sarebbe diventato. Credo sia stato il più grande rammarico la sua cessione, a Firenze nei giorni successivi ci fu una rivolta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Saponara se gioca pensi solo a vincere e a mettere le sue qualità a disposizione del risultato di squadra. Non deve farsi condizionare dal passato.

  2. Hai fatto un intervista e da li hai capito che era un campione. …
    Ma va a c….e!!!!!!

  3. Baggio? Baggio andò’ alla Juventus,mentre Platini non e’ mai venuto a Firenze.Come si fa a pretendere di vincere,se i giocatori buoni se ne vanno e non ne arrivano di uguali?

  4. E io c’ero

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*