Questo sito contribuisce alla audience di

Sandrelli: “Sconfitta col Chievo non è sorprendente. Sul mercato politica dei Della Valle è l’attenzione. Pioli ora non abbia paura di cambiare”

Il giornalista fiorentino Massimo Sandrelli ha parlato a Radio Bruno: “La sconfitta col Chievo non è così clamorosa, la squadra è stata costruita troppo in fretta, o di volta in volta dopo le definizioni delle vendite. Questo ha portato la società e la direzione sportiva ad andare lunghi. I Della Valle ci hanno abituato ad una politica non dico della ‘lesina’, ma dell’attenzione sul mercato. Non mi sorprendo ora del loro comportamento, sono tanti anni che si comportano così, il loro comunicato è poi molto chiaro. Il sindaco è dovuto andare a cercare i Della Valle a casa loro. Pioli è in una condizione molto delicata, trovare subito la quadratura di una squadra spesso è anche un colpo di Corvino. Ora Pioli deve prendere coscienza di ciò che non funziona e capire se sia il caso di lasciare la strada intrapresa. La squadra è troppo vulnerabile a centrocampo, questo la rende precaria, così che ci si faccia rimontare un vantaggio come Domenica scorsa. La Fiorentina è un lavoro in corso che deve ancora maturare. Pioli non deve avere paura di cambiare, ce n’è bisogno quando le cose sono così precarie. La difesa rimane spesso scoperta, e l’attaccante è abbandonato, si cercano troppe soluzioni personali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Casarsa io sono veramente stanco …non conoscendo il valore di tanti giocatori acquistati mi sono sforzato di frenare i delusi chiedendo di aspettare un paio di mesetti prima di emettere giudizi..dopo verona mi ero illuso che la viola avesse qualità e questo mi faceva ben sperare..adesso alla settima di campionato vedo molta confusione in campo e qualità tecniche modestissime..però in verità vedo anche molto impegno che anno scorso è mancato spesso..io la vedo male perche le contestazioni aumenteranno e i giocatori ne risentiranno..adesso udinese e benevento..i soliti bimbi diranno che si DEBBONO vincere entrambe le partite perche noi siamo la FIORENTINA..vero siamo la FIORENTINA ma con una massa di giocatori scarsi che sicuramente non giocherebbero titolari nelle prime otto squadre in italia..poi ci mettiamo astori in piena crisi e chiesa che è bravissimo ma ha sempre problemi..comunque il cuore dice sempre FORZA VIOLA

  2. Re leone, credo che la maggior parte dei tifosi di cui scrivi forse non voglia vedere la realtà desolante, ma questo, aldilà del braccino dellavalliano dimostra la pochezza di Corvino, perché infatti l’Udinese, tanto per fare un esempio, ogni anno con quattro soldi riesce a lanciare due/tre giovani e noi no?

  3. Non capisco come si fa a essere così presuntuosi..la fiorentina attuale come organico e come allenatore non è tra le prime dodici o tredici del campionato..leggo che siamo meglio del chievo.del bologna..dell’udinese..ma capite qualcosa di calcio? Se va bene ce ne sono 4-5 inferiori alla viola..se va bene..fate un bagno di umiltà e aprite gli occhi..FV

  4. La sconfitta contro il chievo era assolutamente evitabile. Noi siamo superiori come rosa e non ci sono giustificazioni. Pioli faccia le dovute variazioni.

  5. Sono loro i problemi della Fiorentina non Corvino non i dirigenti non i giocatori tantomeno i tifosi sono solo loro i metodi sbagliati e cervellotico dell’anticalcio che hanno me vogliono portare avanti oltre al disinteresse e la mancanza assoluta di passione per questa società,chinfa calcio vero del nostro livello hanno altri obbiettivi .

  6. Una canzone di tanto tempo fa così faceva: ” Io son mastro Lesina e son ciabattin, faccio scarpette per grandi e piccin…”, profetica!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*