Questo sito contribuisce alla audience di

Saponara e un possibile futuro ‘alla Hamsik’

Riccardo Saponara è arrivato alla Fiorentina soltanto nel recente mercato invernale, ma è già considerato un tassello importante per la squadra della prossima stagione. Dopo essersi rialzato con la maglia dell’Empoli, Saponara considera l’esperienza sulle rive dell’Arno fondamentale per riscattare la sua carriera e scacciare definitivamente i fantasmi dell’annata con il Milan.

Il suo arrivo sembrava far presagire ad un passaggio al 4-2-3-1 nella prossima stagione, ma la corsa al successore di Paulo Sousa vede al momento favorito Eusebio Di Francesco, che predilige il 4-3-3, un sistema di gioco in cui all’apparenza non sembra esserci spazio per un trequartista puro l’ex Empoli.

Ecco che l’idea giusta potrebbe essere quella di schierare Saponara da mezzala, in un ruolo ‘alla Hamsik‘: Sarri infatti, all’arrivo a Napoli, passò dal 4-2-3-1 di Benitez in cui slovacco giocava dietro a Higuain all’attuale 4-3-3, schierando il capitano azzurro da mezzala sinistra con ampie libertà di inserimento. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti, dato che nelle ultime due stagioni in campionato Hamsik ha segnato ben sedici gol e servito venti assist.

Numeri importanti, magari eccessivi per un giocatore come Saponara, ma che raccontano come un’intuizione possa rappresentare una mossa vincente. E sarebbe interessantissimo pensare ad una Fiorentina con il 4-3-3 che a centrocampo schiera Vecino e Saponara da mezzale, Chiesa e Bernardeschi sugli esterni e Kalinic, o chi per lui, al centro dell’attacco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Secondo me il prossimo anno avremo una squadra intrigante…fatta con un mix di giovani e anziani,e con un mister Piu “dentro”..ci possiamo togliere delle soddisfazioni…forza viola sempre

  2. Gian Aldo Traversi

    Potenzialmente Saponara vale Hamsik. Con un po’ meno garretti e un po’ più fantasia.

  3. supercannabilover

    Se la societa’ spende 9 milioni per Saponara e il nuovo tecnico lo mette a fare l’esterno perche’ gioca senza trequartista, allora vuol dire che sono propio dei rincoglioniti, ma sono sicuro che andra’ a finire cosi’

  4. Sanchez davanti alla difesa che nascerà attorno a capitan Astori.

  5. Onestamente l’idea è parecchio intrigante, visto le poche cose che riusciamo a fare davanti…ma per sostenere un centrocampo del genere, servono due terzini (che ovviamente non abbiamo) di grinta, corsa e fisico e un registra centrale di peso (Borja bei piedi, ma non regge un peto…senza offesa eh, sono uno dei pochi che lo stima ancora).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*