Saponara: “Fiorentina è la mia grande occasione e voglio godermela fino in fondo. Bernardeschi non avere fretta di salire su un altro treno”

Riccardo Saponara è uno di quei giocatori destinato a far parte della nuova Fiorentina che vedremo nella prossima stagione: “Mi porto dietro un’etichetta frutto di qualche prestazione e qualche esperienza che hanno fatto sorgere dei dubbi sul mio conto – spiega Saponara a Tuttosport – quella di un giocatore inadatto a certe piazze. Ma io non mi faccio influenzare da qualche diceria. La Fiorentina è la mia grande occasione e voglio godermela fino in fondo. Mi riempie d’orgoglio sentirmi accostare nel progetto a questi due talenti (Bernardeschi e Chiesa ndr), penso di aver dimostrato di poter ambire e farne parte. Nonostante il momento delicato la Fiorentina non ha nulla da invidiare alle grandi e non ha bisogno in estate di una rivoluzione: ha tutto per continuare a crescere. Un messaggio a Bernardeschi? Posso solo dirgli di non avere fretta, di pensarci bene prima di salire su un altro treno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Si, è verissimo! Sousa è un maestro al contrario e fà giocare un sacco di giocatori fuori ruolo 🙁 comunque a me Saponara piace e lo reputo un buon acquisto! Solo che adesso fatico a capire con che caz**o di modulo deve entrare in campo con qusti giocatori..? Comunque le vostre teorie di formazione sono tutte interessanti 😉 ciao

  2. BIBI,Hagi può benissimo fare da riserva a chi gioca,visto che ha ancora 18 anni (19 li farà nel corso di questo anno),mentre Chiesa non mi sembra proprio un trequartista nel senso classico del termine. Io vedo Chiesa come una classica ala tornante,vecchio stampo. Il ruolo che faceva lo scorso anno Bernardeschi,che lo sfiniva dal punto di vista atletico e ne limitava le doti tecniche e realizzative,mi pare molto più adatto a Chiesa,che fa della corsa,dell’agonismo e della garra atletica,la sua arma migliore. In un 3/4/2/1,con tre difensori tosti(in pratica con Astori e altri due veri che non abbiamo),potrebbe benissimo fare l’esterno di destra dei quattro in mediana. Lasciando così spazio a Berna e Saponara nei due che giocherebbero alle spalle della punta centrale. Solo che io,dando per scontata la partenza di Kalinic,non vorrei un centravanti classico,stile Dzeko per capirci,ma agognerei di poter giocare come la prima Roma di Spalletti,quando Totti faceva il finto centravanti. Lo so che sto sparando un sogno utopico,ma visto che se ne parla,mi farebbe impazzire avere Bernardeschi e Saponara alle spalle di Berardi,che è molto più punta di Berna e molto più cattivo in zona gol. Nessun punto di riferimento,tre ragazzi tosti,veloci,dinamici,ben messi atleticamente e fisicamente,tecnica di primo livello. Insomma farebbero impazzire le difese avversarie. Sognatore vero? Va beh,tanto non costa niente.

  3. Berna ascoltalo, lui di treni sbagliati o minimo troppo affrettati se ne intende…

  4. Io ho sempre avuto dei grandi dubbi sull’uso dei trequartisti ed ancora di più ne ho ora che in squadra ci sono 4 torici talenti :Chiesa, Bernardeschi, Saponara e Hagi (anche se ancora da verificare meglio). Naturalmente una squadra non può utilizzarli tutti insieme ed allora si apre la ricerca di come utilizzarli. Nel 4-3-2-1 non giocherebbe Chiesa e uno tra Saponara e Hagi. Nel 4-3-3 giocherebbero solo Chiesa e Bernardeschi. Nel 3-4-2-1 non giocherebbe Hagi ma avresti solo 2 centrocampisti. Nel 3-5-2 probabilemte non avresti nè Saponara nè Hagi. Nel 4-2-3-1 resterebbe fuori forse Hagi ma avresti una squadra sbilanciata e obbligheresti Chiesa e Bernardeschi ad un super lavoro in copertura ( questo, però, secondo me sarebbe il modulo migliore con Chiesa e Berna che studierebbero per fare i Robben e Ribery ). Re Leone, da allenatore, che mi dici ?

  5. Domenica non fa alcun testo. Baccalà, il folle Baccalà ha schierato Chiesa, Sapo e Berna aggiungedoci pure il suo fido Tello: risultato i 4 non sapevano dove e come giocare, pestandosi continuamente i piedi e senza trovare una posizione adeguata. Non si tratta di impegno, si tratta di follie tattiche di un allenatore provocatore e montato, che domenica è stato salvato solo dal palo e dalla testa di Kalinic a partita ormai finita.

  6. Ciccio… se tu giochi come domenica però mi sa che la tua grande occasione finisce presto 😉
    IMPEGNO!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*