Questo sito contribuisce alla audience di

Scalera verso Firenze: ecco cifre e formula

Giuseppe Scalera, terzino del Bari

La Fiorentina potrebbe fare suo a breve un terzino destro, da mettere a disposizione della Primavera però: si tratta di Giuseppe Scalera, di cui abbiamo già parlato nella giornata di ieri. Secondo il sito ufficiale di Alfredo Pedullà il trasferimento si farà in prestito, con diritto di riscatto per una cifra intorno al milione e duecentomila euro, più bonus. Fino a giugno dunque lo allenerà Guidi, dopodiché verrà valutato il suo eventuale riscatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Ma è giovane italiano non capisco il perché non vi vada bene , anche io sono convinto che ci servano giocatori pronti ma tanto questi i soldi non li tirano fuori , per esempio io punterei su Conti dell’Atalanta prestito onerose e diritto di riscatto prefissato come ha fatto l’Inter per Gagliardini
    Son due i giocatori che porterei in questa sessione di mercato in viola Conti e uno fra Torreira e Donsah.

  2. E venuti? lo regaliamo come Capezzi?
    E piccini?

  3. Essendo in corsa per tre competizioni come si fa a dire che siamo a posto così ? Corvino svegliati !!!!

  4. Mi sembra che Corvino sia in confusione. Si conti ua a comprare miscela quando c’è bisogno di benzina super. Vede solo giovani e in maggioranza stranieri senza aver sentore del valore dei nostri in prestito forse perchè sono stati comprati da Pradè. Deve sapere che non siamo contenti delle sue ultime scoperte Toledo,Diks,Dragowski e forse anche di Hagi e di quella selva di giovani stranieri in primavera che esclusi un paio(Mlakar Diakhate e forse Valen ic) andranno poco lontano.

  5. D’accordo prendere i giovani ma un centrale difensivo pronto per giocare adesso che si è fatto male Gonzalo ? Poi eventualmente se qualcuno si ricorda anche una punta visto che ZARATE è stato ceduto e magari anche un difensore destro anche se Sanchez sta facendo bene nel ruolo..FV

  6. Corvino hai rotto le scatole con questi acquisti, ma un difensore forte neanche a parlarne?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*