Questo sito contribuisce alla audience di

Scandalo scommesse: Doni collabora ed incastra un ex portiere viola

Questa mattina Cristiano Doni è stato di nuovo interrogato in Procura nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse. Davanti al pm Doni ha sostanzialmente confermato quanto detto al gip Salvini, negando il coinvolgimento della società nelle combine. Ha aggiunto di aver concordato in campo con il portiere Cassano (ex estremo difensore della Fiorentina nella stagione 2001-2002) come battere il primo rigore di Atalanta-Piacenza e ha negato di aver dato lui i 40 mila euro a Santoni, quelli consegnati a Parlato all’uscita di Parma dell’A1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA