Questo sito contribuisce alla audience di

Scarponi e quel posto al “Franchi” che rimarrà vuoto

Sarebbe dovuto essere presente questa sera in tribuna al “Franchi” per assistere a Fiorentina-Inter, da tifoso nerazzurro, secondo quanto riferito da Calciomercato.com: Michele Scarponi invece è rimasto vittima questa mattina intorno alle 8 di un incidente stradale, mentre si stava allenando sulla sua bicicletta. Il ciclista dell’Astana si è scontrato frontalmente con un camion nei pressi di Filottrano, nell’anconetano, e ha perso la vita all’età di 37 anni, a pochi giorni dal Giro d’Italia a cui avrebbe partecipato da capitano. Il suo posto al “Franchi” purtroppo, rimarrà vuoto. Fiorentinanews.com rivolge le più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici di Michele Scarponi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Ciao Michele un vero campione di sport e umanità, questa mattina mi trovavo non lontano dall’incidente ho appreso subito la triste notizia che mi ha immensamente rattristato. Come Valentino Rossi portavi alto il nome della nostra martoriata Regione Marche , mi dispiace soprattutto per la tua giovane famiglia a cui faccio le mie più sentite condoglianze. Mi associo a tutta la tifoseria di ANCONA “ALé VIOLA” e a tutti gli sportivi Italiani che ti hanno voluto un gran bene. CIAO CAMPIONE

  2. Onore a scarponi nerazzurro. Un abbraccio alla famiglia

  3. Sono molto dispiaciuto…

  4. Albertoviolaclubroma

    Il mio secondo sport è il ciclismo che seguo da quando ero poco più che bambino,mio padre e mio nonno mi hanno fatto amare questo sport che poi ho praticato da amatore.Scarponi era un atleta che amavo per la sua simpatia, battuta sempre pronta anche quando veniva sconfitto. Condoglianze alla famiglia.PS come detto mio padre e mio nonno mi hanno fatto amare il ciclismo ma non sono riusciti a farmi diventare laziali come loro!!!!

  5. Grande michele scarponi

  6. Son senza parole. Gran ciclista e ragazzo anche molto simpatico. Nei successi di Nibali, c’era tanto di Michele Scarponi che da vero professionista aveva l’umiltà di mettersi a disposizione del suo capitano, lui che in salita poteva fare anche gara per vincere.
    Condoglianze alla famiglia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*