Questo sito contribuisce alla audience di

Scheda bianca

Né con Tavecchio, né con Albertini. La Fiorentina ha deciso di mettersi nel mezzo nella corsa per la poltrona di presidente della Figc che ha visto vincere il primo, il candidato dei poteri forti, quello che rappresenta il vecchio, o lo stravecchio come ha scritto qualcuno giocando con l’assonanza col suo cognome. La società viola aveva preso posizione contro Tavecchio fin dalla sua gaffe razzista, ma voleva che le forze convergessero su un terzo nome che poi però non è venuto fuori. Di qui la decisione di astenersi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA