Sconcerti: “Attenzione al turn over perché l’Empoli non è il Frosinone. E’ l’ora che Rossi cominci ad essere decisivo”

Giornalista per Sky e opinionista a Radio Bruno, Mario Sconcerti parla delle possibilità di formazione e di rotazioni: “Il turn over ha pagato la seconda volta, quando abbiamo giocato con i titolari in Polonia. Qui bisogna vedere come li consideriamo però mi immagino Rossi e Babacar, così come Gilberto che io continuo a conoscere poco. Giocherà Tomovic, che comunque è sul piano di Roncaglia. Suarez per Badelj per cui il turn over è forte ma questo sci dice quanto comunque stiano pesando le due sconfitte in casa in Europa perché altrimenti avremmo potuto schierare le seconde linee a Basilea. Io sono uno che privilegia il campionato, non abbiamo corso rischio; l’Empoli è diverso dal Frosinone e l’impegno delle nazionali si va a sommare agli impegni in Europa ed in campionato. Certo è un peso perché Bernardeschi e Kalinic magari restano fuori. E’ il momento che Rossi cominci a pesare sulla squadra perché adesso i risultati contano di più”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Condivido le osservazioni di Ezio. Vorrei far presente alla redazione che Sconcerti viene sempre presentato in modo diverso e non solo dalla vostra testata: come editorilista di Corsaere, di Sky, di RadioBruno etc. Una volta è statao presentato come ex-dirigente della Fiorentina dei tempi di Cecchi Gori. Personalmente lo ricordo amche quando era direttore di Stadio e giornalista di Repubblica. Allora perchè non presentarlo semplicemente come noto giornalista?

  2. Il turnover intelligente è necessario e la rosa lo permette. Comunque l’Empoli non va sottovalutato e va affrontato con la massima concentrazione e grinta. C’è da vincere.

  3. Senza turnover non si va da nessuna parte, questo è un dato di fatto. Ragionare come fa Sconcerti equivale a dire di lasciar perdere un paio di competizioni. Due innesti di quelli giusti e si arriva sino in fondo a tutte e tre, poi succeda quel che succeda, ma almeno non ci saranno rammarichi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*