Questo sito contribuisce alla audience di

Sconcerti: “Firenze ha accettato con serenità l’addio dei Della Valle, ma poi non puoi chiedere un mercato faraonico”

Ai microfoni di Radio Bruno Mario Sconcerti ha parlato così della situazione in casa viola: “La Fiorentina storicamente è sempre stata una squadra da settimo/ottavo posto. Speriamo quest’anno di non fare peggio. Abbiamo delle strane pretese, Firenze ha accettato con serenità che i Della Valle hanno deciso di vendere, ma poi al tempo stesso la gente si aspetta anche un grande mercato da chi ha deciso di vendere, e che non ha trovato nessun tipo di resistenza nella città. A primavera tutti volevano che questa squadra fosse ricostruita, l’unica eccezione è stata Borja Valero, che tutti pensavano che rimanesse. La Fiorentina sta facendo un grande mercato perché si è fatta strapagare i calciatori. Bernardeschi non vale 40 milioni, e nemmeno Kalinic 25; siamo in assoluta fibrillazione perché siamo la piazza prestigiosa, ma perché le piazze di Bologna e Genova non devono essere prestigiose almeno quanto noi? Corvino ha sempre lavorato così perché ha sempre lavorato in società medio piccole. Questo mercato sta prendendo in controtempo tutti. Siamo convinti che entro il 20 o al massimo una settimana dopo avremo una buona squadra. Se al momento il prezzo da pagare è essere impazienti va bene, ma forse preoccupa di più la situazione generale. Siamo una società in vendita”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

96 commenti

  1. Ma che ha detto sto sconcerti io non l’ho mai capito

  2. Basterebbe avessero il coraggio di dir la verità i DV che tempi addietro hanno fatto trasparire. Sono entrati nel calcio per fare business come tutti gli imprenditori, non certo perché amanti della viola. Hanno fatto bene e ci han fatto divertire con gestioni buone. La promessa di vincere in dieci anni è saltata perché hanno scoperto che il mondo del calcio è una mafia totale e in più non possono fare ne cittadella nè stadio, quindi siamo passati all’autofinanziamento. Non hanno mai voluto investire sul comparto tecnico come il Napoli perché loro sono imprenditori vecchia maniera. Potevano fare eccezione con anticipo di cassa per provare a farci vincere qualcosa con Sousa quando eravamo primi, ma non l’hanno fatto perché se malauguratamente fossimo andati in champions dovevano alzare asticella e non lo vogliono fare senza stadio e cittadella. Adesso i tifosi che si aspettano che reinvestono i proventi delle vendite non hanno capito che non siamo più all’autofinanziamento ma alla fase dell’incasso. Bastava ce le dicessero diversamente le cose, non ci sarebbero piaciute lo stesso perché i tifosi vogliono sognare, ma almeno sarebbero stati onesti. Loro non ci hanno rimesso anzi, noi da clienti s’è preso in tasca. Che vogliano dare la colpa ai tifosi più o meno imbecilli di cio’ è roba da pazzi. Becchi e bastonati.

  3. Un tempo si diceva a Firenze (visto la vasta incetta di se che usi) “se la mi nonna aveva le rote era un carretto” con questo chiudo perchè queste conversazioni mi stanno uccidendo i neuroni divertiti!!!
    Fra Diavolo

  4. Fradiavolo, quindi dall’alto della tua intelligenza, se fantasiosamente I proprietari del paris avessero quel giorno comprato la fiorentina per noi non cambiava nulla, sempre da 8 posto eravamo…. o se invece gli agnelli fossero proprietari della viola e I dv della juve noi lottavamo per l’ottavo posto e loro vincevano tutto vero…. se hai un po di cervello puoi risponderti da solo

  5. Risposta a Bb la statura intellettuale delle persone si deduce dal linguaggio che usa

  6. I veri tifosi la squadra la tifano anche se torna in c2! Essere presi in giro da questi che si nascondono dietro a comunicati dei siti e ci fanno perdere la dignità è peggio della retrocessione e uccide la passione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*