Se Atene piange, Sparta non ride

Dopo la doppia eliminazione in Europa League per mano di Tottenham e Villareal, Fiorentina e Napoli devono per forza di cose dimenticare la parentesi europea e tornare e concentrarsi sul campionato e sullo scontro diretto, in programma lunedì al Franchi. I viola arrivano alla partita con i partenopei in una condizione mentale senza dubbio migliore: tolta la gara di White Hart Lane, nelle ultime tre partite di campionato la banda di Paulo Sousa è reduce da due vittorie e un pareggio ed è tornata in piena corsa per il terzo posto. Il secondo posto a cinque punti, inoltre, contribuisce ai voli pindarici della tifoseria e solo al termine della sfida di lunedì potremo iniziare a parlare di qualcosa in più del terzo posto. Contro il Tottenham il tecnico portoghese ha schierato la formazione titolare e contro il Napoli saranno ben pochi i cambi di formazione. Proviamo ad ipotizzare: dentro Roncaglia per Tomovic e Tello titolare al posto di uno tra Ilicic e Bernardeschi. Il Napoli, invece, sta attraversando il primo vero momento negativo della stagione: dopo la striminzita vittoria contro il Carpi (1-0), gli uomini di Sarri sono caduti allo Stadium nello scontro diretto con la Juventus, per poi replicare al Madrigal contro il Villareal. Neanche l’opportunità di scavalcare la Juventus, reduce dal pareggio di Bologna, ha scosso i partenopei, bloccati dal Milan al San Paolo così come dal Villareal, pareggio che li ha estromessi dall’Europa League. Senza dimenticarsi di un Higuain che non segna da quattro partite, un’enormità per un giocatore che in campionato ha segnato la bellezza di 24 gol in 26 partite. De Laurentiis in mattinata ha scosso l’ambiente napoletano con delle dichiarazioni al vetriolo verso l’attaccante argentino e Sarri e questo non è certamente utile per tenere uniti squadra, allenatori e città. E’ proprio per i motivi sopraddetti che la Fiorentina deve approfittare delle insicurezze del Napoli e provare a certificare con una vittoria al Franchi la crisi dei partenopei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*