Se Chievo fa rima con “ostacolo” ma c’è un precedente molto confortante

Squadra esperta, tignosa, difficile da battere sul suo campo e su un terreno di gioco tradizionalmente insidioso nei mesi invernali: il Chievo è tra le squadre peggiori da trovare dopo una “sbornia” come quella con la Juve, anche perché gli uomini di Maran arrivano da tre sconfitte nel 2017 (una per altro proprio con i viola, in Coppa Italia). Se la Fiorentina si guarda indietro però, c’è un precedente molto positivo e confortante: quello della stagione 2013/14, quando subito dopo il leggendario 4-2 del 20 ottobre, la squadra di Montella andò a vincere anche a Verona nel turno successivo. Fu un 2-1 in rimonta, firmato da una doppietta di Cuadrado: agli uomini di Sousa è richiesto il mantenimento in alto del livello di tensione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*