Se nell’area del Milan ogni tanto ci fosse stato un po’ di viola…

Kalinic in azione. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
Kalinic in azione. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

La partita tra Fiorentina e Milan ci consegna una squadra fisicamente in ottima condizione (altissimo e intenso il pressing per tutto il primo tempo, un po’ in calo nel secondo); un Bernardeschi che nel ruolo di esterno ritrova se stesso; un Salcedo sorprendente per sicurezza e personalità. Però è indispensabile trovare la formula per trasformare in gol tutta questa mole di gioco. Kalinic è dappertutto, generoso fino all’eccesso, lascia spesso l’area senza presidio.

Leggi l’articolo completo e le pagelle di Francesco Matteini su Violaamoreefantasia.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Rosa fatta di buoni giocatori ma assolutamente mal assortita.Mettersi idealmente per un attimo in panchina al posto di Sousa diventa un grattacapo:
    4-4-2?manca un terzino e i centrali non sono adatti
    3-5-2?mancano esterni che sappiano fare bene entrambe le fasi
    4-3-3? Forse il più adatto ma rimangono i problemi di una difesa a 4 e difficilmente troverebbero collocazione Ilicic e Borja
    Comunque la rigiriamo la rosa non permette di esaltare le caratteristiche dei nostri giocatori e allora avanti con questo strano 3-4-2-1 che crea densità in mezzo al campo avendo due trequartisti più palleggiatori che propensi all inserimento, che protegge la difesa ma che allo stesso modo lascia troppo solo il nostro attaccante la davanti

  2. Amici, tifosi ed affini, non avete ancora capito che Kalinic è una seconda punta e, direi che è quasi un rifinitore, quello dell’ultimo passaggio, detto ciò, significa che la Viola gioca senza punte e senza attaccanti non si fanno gol-
    La nota positiva di ieri sera è stato Salcedo, gran difensore.

  3. Puoi metterne di più in area e ce ne saranno meno a curarsi delle micidiali ripartenze del Milan, ognuno sceglie come farsi del male, ma a Matteini non dovrebbe sfuggire questo particolare. Uomo in più in area=doppio delle ripartenze del Milan, per come si giocava ieri. Era un gioco di equilibri, bisognava segnare nei primi 30-35 minuti e la partita sarebbe scivolata liscia, così non è stato, causa rigore sbagliato, e insomma, si è fatta una grande partita comunque. Sousa le due punte le ha messe alla fine perchè il Milan era meno lucido per ripartire.

  4. Correzione: solo 20 gol nel girone di ritorno e non 29 come scritto nel recente post.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*