Se ti tagli se ne può ancora discutere

image

Gomez Dinamo KievMario Gomez, secondo quanto scrive il Corriere dello Sport-Stadio, è ad un bivio: se l’attaccante che ha ancora due anni di contratto con la Fiorentina sarà disponibile a tagliare nettamente il proprio stipendio, visto che l’ingaggio per la prossima stagione salirà a 5 milioni netti, ci sarà la possibilità di valutare di rivedere quella che al momento è una partenza molto certa, se invece questa volontà da parte del giocatore non ci sarà, il tedesco verrà messo sul mercato ed in caso di offerta congrua il suo addio a Firenze si formalizzerebbe subito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. cari signori con un allenatore come trapattoni, Gomez avrebbe segnato un ventina di gol, e
    la fiorentina sarebbe in finale di coppa italia.
    questa finale l’ha persa completemente montella, che non è capace di cambiare il suo gioco a seconda delle v arie situazioni
    farsi fare tre gol in contropiede dalla Juventus dopo aver vinto a torino, è una cosa assurda. dovevamo noi stare in difesa e manivreare in contropiede.

  2. Si fanno sempre i conti senza l’ oste. Metterlo sul mercato se non acectta un ridimensionamento dello stipendio non significa nulla se non c’ è la volontà (fondamentale) del giocatore ad accettare il trasferimento. Il giocatore potrebbe anche voler restare fermo per due anni e portarsi a casa una valanga di soldi. Nel caso di Gomez pesa anche la volontà della sua “donna” che ha voluto fortemente Firenze e se questa non vuole traslocare il Teutonico resterà con noi per altri due anni.

  3. e dopo che si dimezza lo stipendio cosa risolviamo? il problema e’ che rimarra’ sempre il giocatore piu’ goffo del pianeta terra e quindi e’ come se giochiamo in 10..vedete voi…forza viola sempre.

  4. Se resta per fare la riserva di Babacar non deve pretendere più della metà dell ‘ingaggio del Senegalese. Altrimenti via di corsa…….

  5. Come dice questo che ha fatto l’ articolo?In caso di offerta congrua! Ma se Gomez e’ stato messo ad ammuffire in panchina, ma chi vuoi che se lo piglia il rischio di acquistarlo! E poi Mario dopo questa continua umiliazione della panchina, non credo che si taglierà lo stipendio. Caso mai darà un dispiacere a karina, tagliandosi qualcosa di più prezioso.

  6. Abbiamo babacar e come riserva uno tra belfodil Pazzini o Gilardino
    Via Gomez senza se e senza ma

  7. A Lajic e Neto non hanno offerto 1,5 mln
    perdendo così oltre che 2 giocatori importanti 2 assegni circolari importanti x il futuro
    e a Gomez una volta compiuto i 30 dovrebbero dare 5 mln netti?non ci stavano gli sponsor?
    quando si chiedeva cio’ la disposta e che buona parte era a carico degli sponsor(2 dei 5 mln in realtà), 5 mln non li prendono Tevez e Pogba, vidal la juve dovrebe fermarsi a 4 mln.

    Che o gli conveniva solo ridurgli l’ingaggio o venderlo lo dicev un anni fa e adicembre.
    Ora nn credo convenga e poi a 1,8 mln come fa a scenderci..
    Ora scivon cio’ , un paio di giorni fa che era arrabbiato che fine di in panchina non era scattato il bonus previsto a 35 presenze,
    ci stanno squadre che possono dare 5 mln circa a prescindere dall’impiego e dal rendimento, manchester city in 2 anni ha dato 30 mln a bony jovetic e negredo semza farli giocare), la viola non poteva permettersi cio’a dare un 2 mln al massimo come con tutti e poi eventualmente bonus, inoltre l’occhio di riguardo dovresti averlo x chi ti ha fatto la differenza x anni o sai che la fanno x averli visto con la tua maglia , nella tua squadra.

    A me spiace questo controsenso con Gomez perjè la fiorentina anni fa scaricó un campione come Frey solo perchè dicevan che prendevan troppo (1,8?)e nn gli hanno neanche offerto di spalmarsi ingaggio, avrebbe fatto pure comodo x altri anni Frey,

  8. Graziano Giusti

    Ancora con questo stoccafisso? Oh ma siamo proprio duri eh…

  9. enrico(il saluzzese)

    Sono d’accordo…si può tenere anche perchè peggio di così sarebbe impossibile ma…stipendio dimezzato o perlomeno legato al numero di gol!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*