Questo sito contribuisce alla audience di

Senza ali non si vola

VargasParmaSe fino a prima dell’infortunio di Rossi la Fiorentina poteva lamentare l’assenza di una prima punta, che sfruttasse i tanti cross messi al centro dagli esterni viola, sembra che l’arrivo di Matri sia paradossalmente coinciso con il calo di tutte le ali a disposizione di Montella. Il Vargas ammirato fino a dicembre sembra attraversare una fase di appannamento, con pochissime folate offensive e un apporto quasi nullo in termini di cross. Stesso discorso dicasi per Cuadrado, il cui recupero è però dietro l’angolo e difficilmente il tecnico viola ne farà a meno nelle prossime sfide. Anche Joaquin però ha destato un po’ di preoccupazione per l’approccio un po’ moscio di ieri, quando non è praticamente mai riuscito a saltare l’uomo e ad andare sul fondo. Chi ci rimette di più però è proprio Alessandro Matri, rimasto fin troppo isolato ieri ma scarsamente servito anche contro il Genoa; eppure lo si è visto a Catania quanto possa essere letale in area di rigore l’ex attaccante di Milan e Juventus. Serve allora ritrovare la brillantezza delle ali viola, da Cuadrado a Pasqual, che giocheranno probabilmente titolari a Udine, fino ai su citati Joaquin e Vargas. Altrimenti che senso avrebbe avuto l’acquisto di un bomber da area di rigore?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

22 commenti

  1. a fare qualcosa di buono anche con i piedi, si parla di regista ma con uno tosto al centro i registi li fanno quelli sul centro dx e sx. perchè quando incontriamo squadre toste tipo roma che ci sovrastano come forza e mobilità son dolori. poi per carità la sfiga è con noi vedi gli infortuni ma a giugno qualcosa deve esser fatto, ma non con i vari Veratti o roba del genere. Strootman era uno da prendere, abbiamo speso 9 ml x Ilicic 6,5 x rebic con quei soldi lo si prendeva pradè okkio x il futuro

  2. salve, vorrei esprimere il mio pensiero senza offendere nessuno, pero’ Montella è ricaduto in un errore che ha fatto già a suo tempo e che si sperva non ripetesse. Vargas non deve giocare terzino, ma sfogare il suo strapotere fisico a centrocampo come ala, ricordate quando il mister mise Quadrado terzino dx? Allora questa squadra è concepita un po’ male (non siamo il barcellona), ci vuole uno di peso a centrocampo che con i suoi centimetri e chili, dia man forte alla fase difensiva ma che riesca

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*