SENZA PIÙ STIMOLI

Sousa sulla panchina della Fiorentina. Foto: LF/Fiorentinanews.com
Sousa sulla panchina della Fiorentina. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Quella vista nelle ultime giornate di campionato è una Fiorentina spenta e senza più stimoli. Dopo aver smesso di credere nella Champions League, i viola sono andati avanti per inerzia, come se la stagione fosse già finita. Così facendo i gigliati hanno perso anche il quarto posto e adesso devono augurarsi che la Juventus batta il Milan nella finale di Coppa Italia per evitare di cominciare prima la nuova annata prima del previsto, eventualità da scartare assolutamente considerando anche che questa sarà l’estate di Europei, Copa America ed Olimpiadi. La Fiorentina doveva e poteva conquistare almeno il quarto posto, ma le vicissitudini interne hanno condizionato gli ultimi due mesi di stagione e distratto giocatori e tecnico. Paulo Sousa ha rimandato il più possibile la decisione sul suo futuro, ma una ‘presa decisione’ più rapida avrebbe avuto l’effetto di calmare l’ambiente e permettere alla squadra di concentrarsi soltanto sul campo. Adesso non rimane che la gara con la Lazio, appuntamento che la Fiorentina non può sbagliare se vuole concludere dignitosamente una stagione cominciata alla grande ma che sta finendo tra i fischi e gli sbadigli di un pubblico che probabilmente si era illuso troppo presto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. Se non abbiamo stimoli riprendiamo Evacuo… (citando il mio vicino di posto allo stadio nell’anno della C2)

  2. Ma ci rendiamo conto a che livello di appiattimento ci hanno condotto??
    Impensabile solo pochissimi anni fa …

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*