“Si è accesa una luce mancina…”

Bernardeschi in volo per saltare un avversario. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
Bernardeschi in volo per saltare un avversario. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Federico Bernardeschi avrà bisogno dei giusti consigli, delle persone migliori vicino, delle consulenze più oneste e professionali, del calore e della pazienza, del supporto di una società che dovrà crescerlo, valorizzarlo, e magari finalmente goderselo e non cederlo. Ieri al Castellani di Empoli si è acceso un raggio di luce viola, il ragazzo con la maglia numero dieci sembrava “uno di loro”, a sprazzi ha disegnato e trasmesso calcio moderno e concreto, potente, tecnico, autorevole, sicuro, intraprendente, anche leggero e sbarazzino, un calciatore finalmente diverso e determinante, si è servito della sua classe e della sua testa libera e convinta, per regalare agli amanti del pallone un pomeriggio d’élite.

Leggi l’articolo completo su BernardoBrovarone.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*