SI SCRIVE SOUSA MA SI LEGGE DELLA VALLE

Diego Della Valle grande

Paulo Sousa come Giuseppe Verdi. Cosa hanno in comune il probabile futuro allenatore viola con il celebre compositore? L’uso “strumentale” del loro nome. W Verdi scrivevano sui muri di Milano è Venezia i patrioti durante il Risorgimento. L’omaggio al compositore era innocuo per l’occupante austriaco, ma Verdi era l’acronimo di Vittorio Emanuele Re D’Italia. Si scriveva W Verdi, ma in realtà si inneggiava all’Italia dalla quale Lombardia e Veneto erano divise. E un retro pensiero, assai meno nobile, è all’origine degli insulti a Sousa per i suo trascorsi juventini. Sia quelli tracciati da qualche vandalo sui muri, sia quelli espressi attraverso i social. Pensare che davvero ci siano dei tifosi che osteggiano il portoghese per aver indossato un paio di anni la casacca bianconera è insultare la loro intelligenza (beh, magari quello che ha imbrattato i muri tanto furbo non deve essere). E’ abbastanza evidente che chi contesta apertamente Paulo Sousa in realtà ce l’ha con i Della Valle, ai quali contesta l’allontanamento di Montella e la presunta intenzione di voler ridimensionare le ambizioni (ma chi l’ha mai detto?). Il tecnico portoghese, che probabilmente fu allontanato dalla Juve perché rifiutò di entrare nella scuderia Gea di Moggi e C., e quindi per questo dovrebbe essere preso ad esempio, non può essere oggetto di tanta ostilità se non come capro espiatorio per tutt’altri motivi che il passato bianconero. Contestare i Della Valle è legittimo, per carità. Al limite se li costringiamo a fare le valige arriverà un Tutunci qualsiasi a portarci coppe e scudetti. Basta crederci. Tuttavia usare “armi improprie” come le accuse ridicole nei confronti di un allenatore in arrivo per colpire la proprietà della Fiorentina è da vigliacchetti. Si attacca nuora perché suocera intenda. Ma via, come è possibile che in tanti tifosi viola lo spirito fiorentino si sia snaturato al punto di trasformarsi in liquame? W Pauolo Sousa.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

86 commenti

  1. Certo che l’immobilismo dei fratellini è una vera sciagura per chi come voi deve inventarsi qualche notizia, tipo questa, per aggiornare l’home page…simil-notizia che poi riproponete da tre giorni. Ma gli svizzeri ci sbloccheranno sousa per il 5 luglio? Nel frattempo gli altri si rinforzano mentre noi stiamo ancora attendendo la decisione di salah e le firme di baba, berna e capezzi. Poi che non ci vengano a dire che non si è fatto mercato per colpa di Montella.

  2. Una richiesta alla redazione: giorni fa sono stato censurato per l’uso della parola “palle” (non sono state lasciate neppure le iniziali).
    Ho fatto una rimostranza che non ripeto per ragioni di brevità.
    cisko73 scrive (vengono lasciate anche delle lettere in più delle sole iniziali) “pez** di m****”. Sorvolo sulla volgarità.
    Chiedo: perchè in questo caso non è stato fatto lo stesso?
    Non mi sento in alcun modo discriminato, il mio unico desiderio è che ci sia uniformità di trattamento. Grazie

  3. Il nuovo mister si valuta per quello che farà. E non c’è nessun ridimensionamento. Al lavoro che il tempo passa.

  4. Si scrive “Nazione Toscana” ma si legge “pez** di m****”

  5. Nazione Toscana,
    Concordo in parte, essere tifosi di Montella é autenticamente penoso, ma diventare tifosi dei DV non lo concordo.
    Io sono d’accordissimo sulla scelta dei DV di licenziare il Messia, per tutta una serie di ragioni che neanche dico (lo faccio solo per un atto di compassione nei confronti dei supporters di Montella).
    Questo però non significa accettare tutte le scelte dei DV, OTTIMI per questo fondamentale esonero, ma sempre da verificare per altre scelte future.
    Forza Viola!

  6. Nazione Toscana

    Questo è un articolo con il quale si prende posizione, a favore della Fiorentina.
    L’unica cosa sulla quale non sono d’accordo e’ l’espressione “contestare i della valle e’ legittimo”.
    No, non è legittimo, e’ da ignoranti, cioè da tifosi di Montella.
    W la Fiorentina e i Della Valle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*