Questo sito contribuisce alla audience di

SIMEONE, CHE BELLO UN BOMBER ARGENTINO. BENASSI, A FIRENZE IL SALTO DI QUALITA’. FIORENTINA, ECCO COSA FARE CON BADELJ

Mancano solo 3 giorni all’esordio in campionato e la Fiorentina in una settimana ha ufficializzato due acquisti importanti, Benassi e Simeone. Dei movimenti di mercato della squadra viola, Fiorentinanews.com ha parlato con l’intermediario di mercato Bernardo Brovarone.

Dopo Veretout, il secondo nome nuovo del centrocampo viola è Marco Benassi. Impressioni sul giocatore?

Benassi è un calciatore fisico, di intelligenza, un animale da centro del campo. E’ un azzurro per eccellenza, è stato capitano dell’Under 21. Un ragazzo maturo, uomo, persona che non ha mai sbagliato fuori dal campo in atteggiamenti. Ha un ottimo tiro in porta, un calciatore equilibratissimo. In tutto questo pacchetto di buone doti, io da lui mi aspetterei il salto di qualità. Non so se riuscirà a farlo, è un calciatore di una regolarità mostruosa, non infila pause ampie, ma qualche volta le ha. La sufficienza la dà sempre, ma spesso non riesce ad entrare prepotentemente dentro la gara; i mezzi glielo concederebbero. Dovrebbe essere un po’ più maleducato in campo. L’ho visto un po’ intimidirsi nelle battaglie, e questo non gli è concesso. Ottimo acquisto, ad oggi, per la Fiorentina, l’acquisto più importante in mediana.

La Fiorentina ha comunicato che Badelj resterà a Firenze, almeno fino alla scadenza del contratto. Cosa ne pensa? Spiragli per il rinnovo?

Il cambio di procuratore del croato è stato importante. Ci siamo tolti di mezzo Joksimovic, e non è poco. Lucci è persona di alto spessore e professionista di livello assoluto. Si ritrova un calciatore che a fine stagione gli porterà un business. Badelj farà una grande stagione per garantirsi il futuro. Lo sfrutterei per quest’anno, augurandomi che faccia il meglio per disegnarsi un buon prosieguo di carriera. Mai dire mai, ma mancando un anno alla scadenza, con i mondiali di mezzo, non so se voglia rinnovare. Il Milan lo voleva, ma essendoci Kessiè, Biglia, il ragazzo ha fatto un ragionamento. Andando in scadenza a giugno prossimo, si presenterà ai Mondiali con una vetrina importante, esagerata. Ora cercherei di esaltarlo invece di condizionarlo. Sicuramente sarà criticato al minimo errore, e invece dobbiamo ragionare in modo egoistico e affidarsi al giocatore. A Gennaio la sua situazione dovrà però essere già risolta, il suo futuro chiarito. Per quello che è stato il calciatore e il ragazzo, io spero che possa restare in maglia viola, per me è un grande giocatore.

Per la fascia sinistra, Biraghi ha preso il posto di Milic. Chi la spunterà tra lui e Olivera?

Biraghi atleticamente poteva rappresentare davvero il futuro, azzurro, perché in Under 21 ha fatto anche qualche partita buona. Poi dopo l’ottimo percorso nelle giovanili dell’Inter mi ha sempre dato l’impressione di essere un giocatore, per quanto molto forte fisicamente, che ha mostrato limiti tattici e di ordine in campo. Esageratamente esuberante nei contatti, un martello che ha sempre sfruttato troppo il proprio corpo. Ritengo si trattai di un calciatore modesto. Per me giocherà Olivera tutta la vita, però come impatto, non escludo che all’inizio quello di Biraghi potrà anche essere positivo. A me questo calciatore però non è mai piaciuto, onestamente.

Il nuovo centravanti viola è Giovanni Simeone. Kalinic si trasferirà a Milano, sponda rossonera…

Kalinic all’età di Simeone non era nulla, questo va detto. Simeone, specialmente a livello temperamentale può diventare importante. La Fiorentina lo paga di più di quello che è il suo attuale valore, perché l’allenatore lo voleva e si è guardato in prospettiva. E’ un rapace potente, non molla mai di mezzo metro. Ha un padre che tutti conosciamo, e quello fa la differenza. Arrivare in Italia e fare quei gol non è poco. Il Genoa si è salvato grazie a Simeone, sennò retrocedeva. E’ argentino, a Firenze si amano questi giocatori, silenziosi, battaglieri, per me è un profilo indovinato. Avere un bomber argentino è una cosa bella. Dell’acquisto sono felice. Se arrivasse anche Pezzella in difesa, con lui e Benassi sarebbero 3 colpi davvero importanti. Mi dispiace molto per Kalinic, mi ha fatto innamorare. Nei movimenti è tra i migliori al mondo. Raramente ho visto un giocatore muoversi così bene in campo. Paga il suo lavoro sotto porta, però è giocatore letale, il suo movimento da farfalla è davvero fantastico. Sono convinto che al Milan farà alla grande, ma non so fino a che punto possa fare la differenza. Penso di sì, ma se penso Benzema che viene criticato a Madrid, quando libera una marea di spazi per Ronaldo…La mancanza di Nikola l’abbiamo sempre vista in campo, e molto, è un calciatore importante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. il fatto è che lo scorso anno siamo arrivati ottavi, chi dice per colpa di Sousa, chi dei giocatori scarsi o svogliati. Se si pensa di essere riusciti a rinforzarsi incassando vuol dire che si ha una fiducia smisurata nel ciccione. Ma le cose fino a quest’anno hanno dimostrato che ciccio ne azzecca poche. Per cui, ragionando e non sognando, non possiamo sperare di fare meglio del campionato passato, anche perchè quelle che sono arrivate davanti hanno preso giocatori noti e non scommesse e infine perchè la squadra è stata fatta l’ultima settimana.

  2. COMOTTO ERA CAFU A CONFRONTO…TERZINI DA SERIE B…..POVERO CORVINO….GASPAR BIRAGHI ,DA ANALFABETI DEL CALCIO COMPRARLI

  3. È vero… mi ero dimenticato l’orrendo Larrondo!

  4. O gente e c’era biso bisogno che lo dicesse Brovarone che Biraghi è scarso basta vedere il curriculum per capire di che levatura è ………………

  5. C’è proprio da fidarsi delle valutazioni di uno che impazziva per Larrondo, proprio sì!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*