Questo sito contribuisce alla audience di

Simeone e una serata reale. Veretout e il tiro dalla distanza al veleno. Ma Ronaldo non lo prendono mai

Un’amichevole, sia pur di grandissimo prestigio, che comunque qualche indicazione interessante è riuscita a fornirla alla Fiorentina. Innanzitutto c’è da sottolineare una prestazione molto positiva per Giovanni Simeone che, sia pur da solo in avanti, è riuscito a mettere in apprensione la retroguardia del Real Madrid. Un colpo di testa in apertura, una bella azione personale con palla portata per 50 metri e poi uno stop e tiro dal limite, queste le iniziative più importanti fatte vedere dal neo acquisto gigliato.

Dopo il palo di San Siro, stavolta Veretout fa centro. Due tiri dalla distanza in due gare e altissima percentuale di pericolosità per il centrocampista francese che è partito col piede giusto in questa sua esperienza fiorentina.

Peccato però che dall’altra parte ci fosse un certo Cristiano Ronaldo. Un gol incredibile e un assist (forse involontario perché non si capisce se abbia cercato il tiro o meno al 7′) per il fuoriclasse portoghese che da solo ha prima fatto fuori Gaspar e poi ha ipnotizzato e saltato Pezzella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

31 commenti

  1. …ma di che si parla…Se la partita contava in po’…Ci facevano a fette..Hanno avuto anche troppo rispento. .vaia vaia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*