SOCI, RIVALI E DUE VISIONI CALCISTICHE CHE STANNO CAMBIANDO

De Laurentiis Tribuna

C’è amicizia tra i Della Valle e De Laurentiis, lo testimonia il fatto che abbiano interessi economici in comune e attività in cui sono soci. Ma c’è una rivalità sportiva che stasera probabilmente toccherà l’apice. In ballo c’è un posto in Champions, forse anche qualcosa di più, c’è il fatto che negli ultimi dodici scontri diretti la Fiorentina ne abbia vinto solo uno, e c’è anche una finale di Coppa Italia da vendicare. Quello poteva essere il primo trofeo dell’era Della Valle, sappiamo tutti com’è andata a finire e tutto quello che c’è stato prima di quell’incontro.

Ma ci sono anche due visioni calcistiche che stanno cambiando col passare del tempo. I Della Valle e De Laurentiis hanno sempre guardato ai conti delle due squadre e il produttore cinematografico parte sicuramente avvantaggiato rispetto agli imprenditori marchigiani, perché il Napoli guadagna di più dai diritti televisivi ed ha un giro d’affari sicuramente superiore alla società viola. Ma è anche vero che ADL ha deciso negli ultimi tempi di allargare il cordone della borsa, dando a Sarri praticamente tutto quello che voleva. Tutto tranne Vecino, trattenuto dalla Fiorentina, e questo va sottolineato, nonostante un’offerta di quelle importanti arrivata dalla città del Vesuvio. I Della Valle invece non sono stati scossi più di tanto dalla prima fase di campionato fatta a livelli inverosimili e durante il mercato di gennaio hanno cercato per lo più soluzioni temporanee che tappassero le falle presenti in rosa.

E in futuro? Molto dipenderà da come finirà questo campionato. Certo è che l’estate servirà come ulteriore riprova per capire se questo sarà un asse importante per i futuri equilibri del calcio italiano, oppure no.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. BELLA NOVITA’ ora qualcuno vuole un presidente PASSIONALE ? Eppure lo abbiamo avuto un Presidente PASSIONALE e siamo falliti e TUTTA FIRENZE HA FATTO LE MANIFESTAZIONI PERCHE’ NON LO POTEVANO VEDERE… MEGLIO LA SERIE C CHE AVERE VITTORIO CECCHI GORI.Qualcuno ha la memoria corta

  2. MICHELE ma cosa dici hanno preso GOMEZ a peso d’oro per 16 milioni ( era obbiettivo del NAPOLI ) con un ingaggio sopra i 3 milioni ora 5 milioni d’euro. La Fiorentina poteva arrivare a 2 massimo mentre ora siamo sopra i 3 milioni per alcuni giocatori. Se GOMEZ si è infortunato al primo anno la colpa dei DV per giunta sono infortuni da traumi o falli di gioco. Se DV lavorano con tutto il mondo e stanno portando un grosso PARTNER per fare il nuovo stadio dovremo essere riconoscenti per lo sforzo che sta portando avanti. Secondo me MICHELE è strisciato !!!

  3. La verità è che questo possiede solo il 10% del Napoli e il resto è di Unicredit. Quindi questo fa come Ferrero, il presidente pagliaccio senza mettere un centesimo nella squadra. I Della Valle invece ne hanno messi parecchi di soldi rispetto a questo morto di fame

  4. differenza sostanziale: ADL presidente tifoso e presente. DVD proprietario non tifoso e perennemente assente. Mica poco, come differenza, direi Per Aleviola: guardati il mercato esitvo: Allan lo volevamo noi, preso da loro a 12 milioni, giusto per fare un esempio. In quello invernbale il Napoli non aveva ruoli scoperti, servivano solo rincalzi. Hanno presso Grassi, ottimo in prospettiva (ovviamente lo volevamo noi), e qualche rincalzo. Noi avevamo delle tane grosse come una casa (mediano, terzino di dx, centrale) e abbiamo preso le solite scommesse in infermeria. Il centrale dopo due mesi mai visto. Tino Costa giocato 50 minuti e ai box. Roba da rabbirvidire-

  5. C’E’ ANCHE UN ALTRA GRANDE DIFFERENZA. DE LAURENTIS SARA’ ANTIPATICO MA E’ SEMPRE PRESENTE E SA GESTIRE IL CALCIO, DELLA VALLE SEMPRE ASSENTE, NON SA GESTIRE, ANZI SI CIRCONDA DI DIRIGENTI ANCHE INCAPACI

  6. Tutto ? Ma riprendetevi tutto chi sono regini 0 presenze valdifiori 5 presenze siete scandalosi siete impietosi

  7. Michele da Milano

    La verità è che i Della Valle quando c’è stato da fare il salto di qualità si sono tirati indietro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*