Questo sito contribuisce alla audience di

SOS Astori. Le difficoltà del capitano viola

Le tre vittorie in fila contro Udinese, Benevento e Torino avevano illuso un po’ tutti, ma con la sconfitta di Crotone la Fiorentina è tornata sulla terra e adesso in programma c’è la difficile partita contro la Roma. L’emblema del momento gigliato è sicuramente Davide Astori: il capitano viola non sta vivendo una stagione positiva e sono già stati diversi gli errori pagati poi caro dalla squadra.

Il primo errore risale alla prima giornata, in coabitazione con Vitor Hugo: il calcio di rigore che sblocca la partita contro l’Inter è frutto proprio di un fallo, piuttosto ingenuo, dell’ex Cagliari. Passano poche partite ed ecco l’errore con il Bologna per il momentaneo pareggio di Palacio, a cui hanno fatto seguito diverse incertezze in altre partite che fortunatamente per la Fiorentina non si sono tramutate in gol.

A Crotone invece è andata diversamente e le incertezze di Astori si sono tramutate in ostacoli insormontabili per la banda di Pioli, che nel giro di due minuti ha visto la partita compromessa. Gli errori sui gol sono diversi (il primo è una questione di marcature, il secondo di eccessiva sicurezza), ma evidenziano a pieno lo stato del capitano della Fiorentina.

Quest’ultimo paga probabilmente il passaggio dalla difesa a tre a quella a quattro, con conseguente aumento di responsabilità e minor capacità di correggere gli errori commessi. Il campionato è ancora lunghissimo, ma Astori è un pilastro della difesa gigliata e deve riprendersi in fretta: continuando con questo trend negativo, l’ex Cagliari potrebbe addirittura perdere il treno per il Mondiale, sempre se l’Italia riuscirà a qualificarsi contro la Svezia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*