Sotto accusa

E’ il momento quasi della resa dei conti tra una parte della tifoseria della Fiorentina e tutte, ma proprio tutte le componenti viola. Quelle che sono state toccate nei cori della Fiesole qualche settimana fa, ma anche quelle che sono state riassunte nello striscione affisso ieri allo stadio Franchi. Nessuno si salva a questo punto. E’ il prezzo che si paga per una stagione che ha fatto vivere delle cocenti delusioni, come l’eliminazione dall’Europa League, quando tutto sembrava ormai fatto con il Borussia Monchengladbach, ma anche la pesante, in termini di gioco e di morale, e inaspettata sconfitta col Palermo di domenica scorsa che fa seguito ad un altro ko grave come quello subito contro l’Empoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Ciao ciao bugiardi marchigiani

  2. Diamoci una calmata tutti. Anche voi giornalisti, invece di soffiare sul fuoco. Il punto è che nessuno (né le milanesi né tanto meno noi, che dobbiamo rifondare la squadra e cambiare allenatore) vuole i preliminari di EL, ma non si può dichiarare di non voler vincere per non incorrere in severe sanzioni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*