Sousa: “Abbiamo dato tutto per vincere, non è mancata determinazione. Astori out? Volevo dare continuità agli altri”

Sousa Carpi 3

Queste le parole di Paulo Sousa in sala stampa: “Ho voluto mantenere la stessa linea di domencia scorsa e dare continuità a loro, niente di particolare su Astori. I tre attaccanti erano i più stanchi dopo il Sassuolo e volevo avere una dinamica combinativa centralmente, con tre giocatori molto mobili e capaci nelle combinazioni, contro una squadra che si abbassava molto fino a portare nove giocatori dietro la palla e dentro l’area. Nella prima parte siamo riuscitia a creare le occasioni sufficienti per andare in vantaggio dopo il pareggio ma sapevamo che ci avrebbero creato difficoltà, è una squadra fisica e alta che aveva bisogno di punti. Abbiamo cercato in tutti i modi di creare difficoltà a loro, non è facile ma sono comunque soddisfatto di come i miei hanno lottato fino alla fine per rimettere in sesto la partita. Non sono preoccupato, so benissimo che contro squadre che si abbassano, fisicamente importanti, come l’Udinese dobbiamo trovare altre soluzioni: stiamo cercando di migliorare nei tiri da fuori, nei cross più precisi. Blaszczykowski e Bernardeschi? Tutti i giocatori passano per fasi di stanca, Federico è cresciuto quest’anno e si è integrato a livello competitivo in questa squadra. Ha trovato subito grandi spazi con prestazioni di altissimo livello. Deve migliorare e tornare a fare quello che sa, perché lo ha già fatto vedere. Ha le qualità per aiutarci a crescere e aiutare la Nazionale e le squadre in cui giocherà in futuro. Kuba l’abbiamo provato in un ruolo più interno, sa giocare sia centralmente che sull’esterno per cui mi serviva un giocatore che non desse punti di riferimento. Poche motivazioni? I ragazzi hanno corso, lavorato e dato tutto, hanno lottato tantissimo per riuscire a vincere. Non siamo riusciti non per un problema di determinazione. Se guardo avanti o dietro? Normalmente guardo avanti, sono realista: lo ero quando sognavo, perché sognare è il primo passo per avere ambizioni”:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. questo vuol farsi licenziare, arriveremo al 6° posto

  2. BUFFONE VAI DA KLOPP HA IMPARARE COME SI CAMBIANO LE PARTITE.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*