Sousa: “Abbiamo fatto una partita da campioni, sono orgoglioso. Dell’arbitro non parlo, lottiamo contro tutto e tutti”

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

A Mediaset Premium Paulo Sousa parla così: “Sono molto orgoglioso dei ragazzi, oggi abbiamo dimostrato la qualità e il carattere per gestire una partita che non è stata per niente facile. I ragazzi hanno giocato da campioni. L’arbitraggio? Finita la partita, per me è finita, non ne parlo mai. Non è vero che sono andato a fermare i miei ragazzi che protestavano. La curva meritava invece il saluto perché ci ha appoggiati per cercare di vincere fino alla fine. Approccio della squadra? Sono contentissimo della squadra, ha fatto di tutto per cercare di vincere la partita. Anche le altre volte abbiamo messo in campo buone prestazioni e questo mi rende felice perché vuol dire che mettiamo in campo le nostre qualità. Ogni errore nostro viene subito punito, comunque i ragazzi continuano a crederci e a crescere. Che ambizioni possiamo avere? Quelle di lottare contro tutto e tutti, cercando di fare il miglior calcio possibile per vincere le partite. Meglio in dieci che in undici? Noi siamo quello che siamo, cerchiamo di migliorare in quello che facciamo e questo orgoglio mi dà una spinta in più, insieme al modo in cui i ragazzi si allenano. Il risultato è giusto? Il risultato è stato questo, complimenti all’Inter. Noi abbiamo fatto una partita da campioni. Finita la settimana difficile? Lasciamo perdere e concentriamoci sul calcio, che è la parte più bella di tutte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

33 commenti

  1. Fino a quando questi pseudo-tifosi non capiranno che l’allenatore è l’elemento chiave di una squadra di calcio, il più importante, il leader e non un ospite più o meno gradito che si caccia quando si vuole, non ci sarà progresso nel cervello e nell’attitudine del calcio italiano e dei tifosi italiani. Vi siete fatti ammestrare come dei beoni da giornalisti piromani al limite della malattia mentale, malattia da deformazione professionale peraltro, e non riuscite a uscire da quel girone infernale isterico in cui vi siete cacciati. Ma chi è causa del suo mal pianga sè stesso. Resta e resterà un vostro problema prendervela senza ragione con gli allenatori, facilitate il lavoro dei piromani che mangiano sulla vostra idiozia.

  2. spfl@optonline.net, io amo la Fiorentina, e Pauolo Sousa è il suo allenatore, per me è il migliore del mondo perchè allena la mia squadra, è il leader della mia squadra, la mette in campo, quelli come te sono i sovversivi del calcio, non contano una benemerita mazza e neppure capiscono come indirizzare le proprie energie. Siete buoni solo a creare inutili atmosfere di tensione coi vostri inutili slogan. Sopra a Sousa per me c’è solo Corvino, e finchè c’è Sousa, lui è il migliore. Si può criticare, ma se la critica diventa appello idiota, per me è idiozia pura e semplice, non fa testo, è inutile e dannosa. Inutili e dannosi sono tutti gli appelli alla sua cacciata, quella, eventualmente, la decide Corvino, sopra a Sousa c’è solo lui, i tifosi sono supporter non pseudo-padroncini sovversivi del nulla, buoni solo a chiacchierare inutilmente.

  3. Ma quale partita da campioni ?! Ma che partita hai visto ? Oh,Sousa ! Quattro ne abbiamo presi ! Pensa se non facevamo una “partita da campioni” quanti se ne prendeva !

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*