Questo sito contribuisce alla audience di

Sousa allarga la rosa mediana: è l’ora di Cristoforo?

Dopo quattro mesi di apprendistato e qualche apparizione comunque positiva, Sebastian Cristoforo potrebbe finalmente trovare una sua dimensione nella Fiorentina, anche tra i titolari. Con il Napoli l’uruguaiano ha fatto bene, integrandosi bene nel fraseggio dei compagni e contribuendo ad entrambe le fasi, anche in una posizione un po’ insolita per lui, come quella del trequartista atipico. Un eventuale maggior coinvolgimento dell’ex Siviglia dipenderà anche dalla linea scelta da Sousa: se nascesse ufficialmente il centrocampo a tre, ci sarebbe una maglia in più da assegnare e maggiori chance anche per lo stesso Cristoforo. La sua resta in ogni caso una candidatura interessante e forse neanche così attesa ad inizio stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Da Pescara così:
    Tatarusanu;
    Salcedo,Gonzalo,Astori;
    Chiesa,Vecino,B. Valero,Cristoforo,Bernardeschi;
    Babacar, Zarate.

  2. La formazione può essere SOLO..4 DIFENSORI CHE COMUNQUE LI GIRI SONO SCARSI…VECINO..VALERO..BADELJ..CHIESA ..BERNA..KALINIC..CHI NON APPROVA QUESTA FORMAZIONE È GOBBO O STOLTO

  3. max da Milano

    dai su non scherziamo… io centrocampista deve essere a 3 e solo scusa non l ha capito che vicino borja badely formano il trio forse inferiore solo alla Juventus..Cristoforo lo considero un 4 titolare in casi di assenza o per ruotare..mi piace moltissimo ma da qui a metterlo al posto di borja c’è ne passa siamo seri

  4. Con rodriguez o milic al posto di tomovic che fa stracaa

  5. A me, quando ha giocato, è piaciuto. Comunque è un centrocampista di spinta e non di interdizione, quindi può benissimo giocare più avanzato al posto di Ilicic o di Borja. Tata; Tomo, Salsedo, Astori, Olivera; Badelj, Cristoforo, Vecino. Chiesa, Kalinic e Berna. Questa per me è la formazione migliore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*