Sousa: “Avevo già capito che la Samp avrebbe segnato. E sui fischi a Badelj…”

Sousa sulla panchina della Fiorentina. Foto: LF/Fiorentinanews.com
Sousa sulla panchina della Fiorentina. Foto: LF/Fiorentinanews.com

L’allenatore della Fiorentina, Paulo Sousa, ha parlato a Sky: “Purtroppo nel secondo tempo non abbiamo creato tanto quanto abbiamo fatto nel primo tempo. Abbiamo perso anche la capacità di concentrazione e abbiamo lasciato crescere i nostri avversari. Ho visto diversi eventi che hanno portato la Sampdoria a segnare. Se dai mezzo centimetro a giocatori bravi, ti possono mettere in difficoltà e così è successo e poi non possiamo calare di intensità. Fischi a Badelj? Chi paga il biglietto può fare quello che vuole. La squadra sta crescendo e sta maturando e ci guadagnano i singoli come Bernardeschi. Ha qualità e ha molto spazio ancora per crescere. Non abbiamo molti giocatori che restano qua per lavorare al meglio, ma auguriamo a tutti di fare bene con le Nazionali e speriamo che tornino senza infortuni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. @Fracazzo da Velletri

    scusa sai ma i giocatori di cui stiamo parlando sono almeno sulla carta dei professionisti. L’allenatore li starà forgiando sicuramente ma esistono anche i ciuchi, le teste dure come muli da soma. Non parliamo di Conte che allena solo dove c’è qualità. Un pò come ha sempre fatto Capello, o gli fanno la squadra su misura come dice lui oppure tanti saluti. Agli Europei con Conte siamo arrivati sesti. Fuori ai quarti con due soggetti come Zaza e Pellè che tirano i rigori come se fossero a fare la partitella della domenica fra amici dove prendersi bonariamente per il c..o ci può anche stare. Sono due casi in cui la testa proprio non c’è.

  2. Fracazzo da Velletri

    Ale vet62!! Non capisco l’osservazione !un professionista si valuta se nel giorno di libertà va fuori città con i genitori o se tromba tutto il giorno a casa!!la verita è che Sousa non vede alcuni giocatori e in società nessuno chiede spiegazioni e comunque Zarate potrebbe fare la differenza in certi momenti della partita quando altri non la fanno mai!!

  3. Pensa te caro Sousa che io l’avevo già capito quando ho visto in formazione Tomovic e fuori Salcedo; infatti puntuale come una cartella di Equitalia dalla sua parte è arrivato il cross del loro pareggio. Poi Tello non si può proprio vedere dai.

  4. A chi chiede perché Zarate non giochi, dovrebbe prima fare una domanda a lui che si trovava a Venezia insieme ai genitori 2 giorni prima di una partita, da quel momento il campo lo ha visto con il lanternino.

  5. Fracazzo da Velletri

    Scusa Dario con riferimento alle tue due ultime osservazioni (la mentalità e far capire) chi glielo deve far capire ai giocatori se non l’allenatore??ricordo ancora le critiche di molti commentatori di questo sito nei confronti di Conte allenatore della nazionale, oggi il tanto odiato Conte e primo in classifica in un campionato che non ha nulla a che vedere con il nostro, allora conta o non conta k’allenatore ????

  6. Nel secondo tempo per lunghi tratti è sembrata più che una squadra undici ragazzi in campo insieme per la prima volta ..

  7. Fracazzo da Velletri

    e sbagli come stanno ora sbagliando tutti presi dal giramento e dalla delusione. I punti sono usciti pure oggi, pochi e non certo quelli che avremmo meritato. Te lo ripeto AVREMMO MERITATO come si legge in altri commenti su altri topic. Questo significa che la squadra quando ha testa, ripeto quanto ha testa, ripeto QUANDO HA TESTA gioca bene. Ma se è cosi allora l’allenatore cosa centra ? Nulla ovviamente. Inutile dire col senno di poi ma perchè non hai messo tizio ma perchè hai tolto Caio…ecc… tanto qualunque mossa senza la testa dei giocatori al posto giusto risulterà sempre sbagliata. Qui è la mentalità che non va, o meglio che funziona a tempo… si al massimo un solo tempo in effetti. Serve convinzione dal primo al novantesimo minuto. Devono capire che fino a quando nono si va via tutti dal campo la partita non è finita.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*