Sousa: “Babacar diventerà sempre più forte. Spero di lasciare il ricordo di chi dà tutto”

A Sky Sport ha parlato così il tecnico viola Paulo Sousa: “Più sereno perché si vince. Abbiamo avuto un buon volume di opportunità, questo mi rende felice. Babacar sta competendo con un giocatore importante come Kalinic, ricordiamo. Capisce meglio come interagire con gli altri ruoli e diventerà sempre più forte. Il futuro? Parlo di calcio, questo per me è più importante. Io parlo sempre per primo con le persone di diritto, direttore e presidente e loro sanno i miei pensieri. Cerco sempre di lasciare un ricordo come una persona che con chiarezza prova a dare tutto se stesso. Il mio calcio ha dei rischi, ma cerco di avere controllo delle partite con il mio calcio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Presuntuoso e dispettoso queste sono le principali peculiarità di Sousa. Uno che ha simpatie e antipatie, che mette i giocatori dove vuole lui è non dove normalmente per caratteristiche devono giocare, non può essere una persona equilibrata. A Firenze ha fatto vedere calcio per 4 mesi dopodiché abbiamo assistito a 15 mesi da dimenticare il più in fretta possibile. Io conservo ricordi di Prandelli e di Montella ma di questo gobbo mi rifiuto di avere ricordi. Vada a portare le sue idee calcistiche dov’è vuole purché lontano da Firenze.

  2. Quello che ha detto Sousa in questa intervista su Babacar è un’altra delle sue ********* giornaliere.
    Ma l’avete visto ieri in partita? Un sacramento di quello, con la sua stazza, dovrebbe farsi largo con chiunque e invece appena entra in contrasto con l’avversario o perde subito il pallone o cade immediatamente a terra, talvolta anche senza essere spintonato a dovere. In campo è un salame in piedi che girovaga senza meta e non ha il senso del posizionamento. Quante volte ieri doveva scattare in avanti per ricevere il passaggio smarcante dei centrocampisti! Invece lui che fa torna indietro oltre la linea difensiva e pretende il passaggio della palla. Cosa assurda! Io non l’ho mai considerato un calciatore di affidamento. Mi sbaglierò ma non cambierà in meglio. Quindi meglio venderlo a giugno, racimolando qualche soldino e torgliersi un ingaggio da favola per uno come lui.

  3. A parte i punti in classifica che sono in parte bottino di partite super fortunate il Sousa ha deluso sia come allenatore..troppe formazioni sbagliate con giocatori fuori ruolo e ovviamente in confusione….sia come uomo..ha passato 1 anno e mezzo a criticare e fare i dispetti in campo..omino piccolino presuntuoso e altezzoso..a qualcuno come lui piace ma penso che la stragrande maggioranza dei tifosi non ne possa più..VIA SOUSA SUBITO DA FIRENZE INSIEME A DARIO..FV

  4. Se tieni in panca chiesa e saponara, sicuramente di stai giocando gli ultimi e pochi attestati di stima, guadagnati fino a dicembre 15…

  5. Pasquale Baudaffi

    Sousa e’ un grande allenatore…..Chi lo contesta e’, calcisticamente parlando, miope….E’ ovvio che, dopo la rottura di gennaio 2016, la societa’ non doveva confermarlo….

  6. Tresantiviola

    Se come dice drillo4 se i carciofi che hai non ti piacciono ci si dimette così avrai tutte le ragioni del mondo e farai capire ai tifosi che societa e proprietà hanno ,avresti fatto un buon servizio anche ai tifosi facendogli aprire gli occhi .

  7. Drillo4 vediamo quanti punti fa con la Fiorentina anche quest’anno poi si fa i conto della serva con Montella e Prandelli.

  8. Caro suora non è questione di rischi ma di intelligenza tattica….lo ha capito anche Montella col Milan…. se si ha dei carciofi non si può pretendere di giocare come fosse il Barcellona ci si adatta per quello che abbiamo. Questa è l’intelligenza tattica.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*