Sousa: “Babacar ha dato continuità mentre servono lavoro e minuti a Tino Costa. Berna diverso da Tello”

Il tecnico viola Paulo Sousa parla poi di alcuni singoli, a partire da Babacar:Baba ha dato continuità alla settimana scorsa ed alla sua performance contro il Torino. Tello? E’ un profilo di calciatore di fascia, molto veloce e abile nell’uno contro uno. Sarà una pedina che creerà molte difficoltà negli avversari e potrà aprire altri spazi. E’ un esterno puro, Bernardeschi invece non lo è e deve acquisire una certa maturità ancora. Quella che ha già acquisito però gli permette di giocare ad un livello altissimo, mentre Cristian è un calciatore da entrambe le fasce, più lineare ed abile dalla sinistra da cui può accentrarsi, potendo comunque giocare con entrambi i piedi. Al Porto faceva anche la fase difensiva e la farà anche qui perché qui ne abbiamo bisogno; ha il vantaggio che anche se sbaglia lettura può recuperare con la velocità. Condizione Tino Costa? Tutti questi nuovi dobbiamo tracciare un profilo individuale, che acquisiamo dopo le partite. Tino è stato un mese fermo, senza toccare il pallone ed ha cominciato da una settimana il lavoro. Lo sta facendo molto bene e lo smaltisce velocemente, per cui vogliamo introdurlo per più minuti possibile, poi dipende anche dall’andamento della partita. Cambi tattici possibili? La squadra può cambiare leggermente le linee del centrocampo, rispetto allo schieramento a due punte. Nei nostri principi di gioco cerchiamo sempre delle varianti, che non condizionino i nostri principi di gioco, cercando poi le condizioni per fare magari anche un cambio di modulo. Quando saremo pronti, lo presenteremo. Se punto ancora al cielo? Certo, perché il nostro processo, non voglio parlare di progetto perché i progetti riescono sempre poco, non era quello di raggiungere le stelle. Io e tutti quelli che lavorano con me, spingeremo sempre al massimo per poter raggiungere le stelle”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Semplicemente un grande, poi commette anche i suoi errori, ma con le uova che ha ha fatto il massimo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*