Questo sito contribuisce alla audience di

Sousa: Con una partita ha stregato Firenze…e la Juventus

Paulo Sousa in primo piano. Foto: LF/Fiorentinanews.com

L’amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, appena domenica scorsa ha assicurato che Massimiliano Allegri resterà sulla panchina bianconera. Eppure, secondo La Gazzetta dello Sport c’è la sensazione che, se ci fosse un divorzio, Sousa potrebbe essere proprio il successore di Allegri. Con una partita il portoghese è riuscito a stregare Firenze e anche la Juventus.

La Gazzetta riporta alla memoria altri esempi di fatti simili: successe a Sacchi quando sconfisse il Milan con il Parma, è successo a Sarri battendo il Napoli a Empoli: il 4-2 dell’aprile 2015 servì a lui a sognare come avrebbe potuto far giocare il Napoli e a De Laurentiis a chiarirsi le idee sul tecnico del futuro. Prima ti batto, poi ti conquisto: a volte funziona e la partita perfetta è come una data sul contratto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. loretta Giannini

    Vai paolino vai tranquillo non piango sicuro , almeno io.

  2. sousa si concentri sul presente, contano i risultati!! cari giornaletti a strisce non ci fermerete!!

  3. Sousa fa bene ad andarsene ha capito che qui non c’è la volontà di tentare di vincere e lo dimostrerà il mercato di gennaio che come al solito dimostrerà che se vuoi vincere acquista vedi l’Inter se invece vuoi vivacchiare prendi giocatori alla Benaluane Verdù e company , la cosa che mi fa piacere è che tolto qualche errore cosa che ci può stare nessuno è perfetto c’è la prova che Sousa non è quell’incompetente che qualcuno vuole far credere .
    Max, i soldi di Kalinic in nuove strutture e te ci credi come il famoso centro all’incisa e i DV non vendono i campioni rimango sbigottito come fa ancora certa gente nel dire queste cose , ma ti ricordi il regalo per Firenze ad Agosto e rivenduto nel gennaio dopo , ti ricordi i 18 ml che cerano per Salah e poi per incanto spariti nelle nebbie del tempo e dici che i DV non vendono i campioni ,mah o te sei venuto da Marte o ti sono sfuggiti gli ultimi anni del mercato viola.

  4. Non facciamoci ingannare. La campagna contro Sousa a Firenze è stata portata avanti dai giornalisti, quasi tutti,, non dai tifosi che sono stati solo come sempre molto divisi. Sousa lascia per i dissidi con la società, non per altro. I commenti sui social non fanno decidere un allenatore a lasciare anche perché rappresentano solo chi scrive. Sousa è ambizioso, lo ha sempre detto, è vuole cercare di vincere. Credete che questo qui sia possibile?

  5. Che vuoi fare, anche tra i tifosi viola ci sono gli ottusi, i prevenuti e quelli che ritengono di conoscere il calcio e che invece non capiscono un tubo. Sempre pronti, questi individui, ad iscriversi al giochino di riversare sul mister le responsabilità e gli errori altrui, pienamente inconsapevoli di essere manovrati e presi per il naso. Almeno evitassero di tediarci con le loro contumelie su questo è sugli altri siti viola, oltre che di far danni a tutto l’ambiente con le loro cavolate. S FV.

  6. Penso che COGNINI abbia tirato in ballo l’Atalanta in fatto di strutture per i giovani. Sarebbe l’ora di investire anche per far uscire nuovi Chiesa… dare un centro sportivo per il settore giovanile potrebbe essere un tassello importante per il futuro viola. Cmq CHIESA lo hanno blindato e penso che faranno lo stesso con BERNARDESCHI. Infatti parte dei soldi incassati da KALINIC saranno investiti nelle Nuove Strutture Settore giovanile. Se andiamo in CHAMPION i giocatori non li vende DV… a meno che volontà del giocatore vuole andare via. MELO voleva andare lui alla JUVENTUS. GODIAMOCI LA VITTORIA POI LE PAROLE DI COGNINI ci penseremo al tempo giusto.

  7. …il treno sousa e’ gia’ partito da tempo e nn ripassera’ piu’ per gli sciocchi rissaioli ottusi e poco lungimiranti che proliferano dalle nostre parti…del resto e’ questa la triste storia che ci accompagna ormai da decenni…che ci vuoi fare…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*