Sousa contro se stesso, ma la Fiorentina non sa più segnare

A Salonicco, per cercare di smuovere la situazione in fase realizzativa, Sousa, ha provato a schierare una Fiorentina a due punte con Babacar e Kalinic supportati da Ilicic, una sorta di “rivoluzione tattica” per il portoghese che in rarissime occasioni ha attuato questo modulo. Risultato? Qualche spunto interessante della coppia, due tiri così così del senegalese ma soprattutto zero gol segnati, come quando la Fiorentina gioca con il solo Kalinic. Secondo quanto scrive La Gazzetta dello Sport stamani in edicola, la squadra di Sousa migliora, ma la condizione fisica non è ottimale e il problema sotto porta permane intatto nonostante gli esperimenti di Sousa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. bisogna trovare le soluzioni a questa sterilità offensiva!! i centrocampisti e i trequartisti devono inserirsi alla conclusione!! in allenamento provare e riprovare!! ad esempio borja potrebbe fare molto meglio!!

  2. Non ho capito Tomovic esterno alto , ma almeno ieri sera qualcosa se visto in primis Salcido e anche i cross di Olivera , solo che si giocava con una squadra che al massimo può fare il campionato di serie B , aspettiamo conferme contro la Roma allora potremo dire qualcosa.
    Anche se io avrei provato Zarate ma è una mia opinione.

  3. almeno non s’è visto una squadra bloccata in difesa. credo che con due punte si possa dare anche un po’ di imprevedibilità ad una squadra che ormai conoscono anche i muri

  4. Ieri sera anche se non hanno fatto gol non è stata proprio la stessa cosa di quando gioca solo kalinic perché ameno qualche tiro in porta l’hanno fatto poi se i giocatori non sono all’altezza non è colpa di Sousa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*