Sousa davvero convinto? A brevissimo le prime risposte

L'entrata in campo di Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Le parole di una settimana fa da parte di Paulo Sousa hanno indubbiamente chiuso la questione relativa alla sua permanenza, con la riunione positiva insieme ai vertici della società viola. Nelle stanze interne del centro sportivo sono partite evidentemente le promesse giuste in direzione del tecnico portoghese, che è apparso dunque convinto della prosecuzione. Così almeno all’apparenza, fermo restando che dalle prime mosse dopo la fine del campionato potremo già iniziare a capire se la Fiorentina si sta muovendo verosimilmente per soddisfarlo. E già da domani l’approccio di Sousa all’ultima conferenza stampa della stagione potrà far intuire il suo umore: sereno o sarcastico che sia, lo scopriremo molto presto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Mamma mia quanti professori!!!!!

  2. …E quindi? Il senso di tutto ciò quale sarebbe?

  3. Ma quali risposte, se ancora un si sa nemmeno chi è i direttore tecnico.

  4. Ma basta, società e Sousa hanno confermato, xchè dovete sempre creare zizzania?

  5. La notizia di Manuel Rui Costa è quella che ha fatto optare Souza per la sua conferma e rappresenta la tranquillità operativa e di intenti per la prossima campagna acquisti ed il campionato futuro.
    Il Benfica i prosimi giorni della settimana ventura sembra dia una risposta che attualmente vede il 70% di successo. Lisandro Lopez il primo calciatore che porterebbe a Firenze mentre Praet è solo fumo negli occhi.La fonte è attendibilissima e attualmente non rivela bile, ma se il buon dì si vede dal mattino…..

  6. “….attendismo….”ed altri errori…….accidenti a questo correttore del cxxxo!

  7. Tutto questo attendiamo ,fortunatamente, non è per Corvino , bensì per MANUEL RUI COSTA che sta tentando in ogni modo di svincolarsi dal Benfica. Verrebbe a Firenze che ben conosce e ama, ed è una cosa reciproca,per essere il braccio dx operativo di Gnigni in Firenze ed il Sì istro di Prade’ come adirettore atecnico. Soprattutto però sarebbe quel braccio operativo e collaborativo con la tifoseria e nelle rappresentanze ufficiali della Società. La cosa essenziale è che vivrebbe a Firenze e sarebbe quella presenza costante e continua per vivere e far vivere ai tifosi la vita della Società come un ufficio stampa vivente a disposizione per qualsiasi chiarimento e interpretazione aderenti alla verità è non al sentito dire.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*