Sousa deluso. Solo Della Valle può salvarlo

Andrea Della Valle e Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

E’ un Paulo Sousa deluso e triste quello che si è visto ieri in conferenza stampa. Una maschera di ghiaccio, come scrive La Gazzetta dello Sport, e ora più che mai è necessario lo sbarco in quel di Moena di Andrea Della Valle, patron della Fiorentina. Proprio lui è chiamato a dare speranza e entusiasmo a chi, come Sousa, l’ha persa per strada da gennaio in poi. Della Valle è atteso in Val di Fassa per parlare con il tecnico e, magari, portare anche un paio di acquisti importanti, solo così si potrebbe riportare l’entusiasmo nel ritiro della Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

29 commenti

  1. Sicuramente Mammana da solo nn avrebbe garantito il terzo posto ….. ma Benalouane, Konè, Tino Costa e compagnia bella, sono la dimostrazione di una società che voleva essere sicura di nn rischiare di arrivare terzi. Come hanno capito tutti, meno qualche zuccone e qualcuno in malafede

  2. Mi scuso con la Redazione xchè il commento è stato pubblicato,come non detto.Grazie

  3. Leggo da un po’ di tempo i vostri commenti cari amici viola e tutti sono degni di attenzione.Capisco tutte le delusioni e la contrarietà alla proprietà Della Valle.Capisco anche chi sostiene che la realtà del calcio è questa e che più di così i Della Valle non vogliono o non possono fare!Al di la di quello che dice Renzi la situazione del lavoro e delle famiglie sta peggiorando notevolmente.Sono consapevole anch’io che la squadra lotterà dal 5 posto in poi!La colpa della Proprietà è quella di non rapportarsi correttamente con i tifosi e la città.Che parlino chiaramente può darsi che la gente capisca ed approvi.

  4. Danny concordo pienamente con te! Il problema è che c’è ancora chi li difende, tifosi che si accontentano di farsi prendere ancora per i fondelli. Una proprietà che da anni non finanzia una campagna acquisti, una proprietà senza ambizioni, una proprietà che promette e non mantiene, che proprietà è? Via i DV dalla Fiorentina, tanto abbiamo capito che per loro è solo un peso, non.hanno più passione e nessun interesse.

  5. Solo un imprenditore malato di mente distoglierebbe liquidità dalla azienda di riferimento o personale per metterla nel calcio!!!!. E spiego perché: le banche non ti danno un prestito nemmeno sotto minaccia nucleare e se danno 10ml ne vogliono 20ml di garanzie, le tasse per un azienda sono ormai all’80%, i migliori clienti pagano a 180gg, ma di cosa state parlando? cosa avete contro i DV?. Fanno benissimo a far marciare la Fiorentina con le proprie gambe. Visto il Napoli? cosa ha fatto finora? ha preso due mezzi claciatori (proprio come i viola) in attesa di vendere Higuain per fare qualcosa di meglio, la stessa Juve, vedrete se riuscirà a non vendere Pogba!!! Certo, si può dire che con quel poco che passa il convento si potrebbe fare meglio, sicuramente si, ma se qualcuno spera che se ne vadano i Della Valle e al loro posto arrivi uno che vinca lo scudetto a Firenze, sarebbe bene che smetta di sognare e torni sulla terra!!!!.

  6. Bravo l’hai capito…devi lavorare sul campo. L’hanno scorso hai voluto (o firse non sai fare l’allenatore) fare altre cose e si sono visti i risultati… preparazione da serie A bulgara (dove hai allenato) e giocatori forti a gennaio e ti sei nascosto dietro il calciomercato di gennaio ..ma anche se ti prendevano cr7 e tutto il Portogallo avresti fatto lo stesso. SEI SCARSO. A me sarebbe bastata questa intervista per tirarti un calcio bel c… e .. riguardo ai depressi che si strappano le gesti e si flagellano il groppone….non capite una beata m… ..andate a guardare cosa hanno fatto il santo subito Prandelli per il quale avete scassato a all’infinito …l’ha preso per c… anche lotito e Montella che vi ha preso per il c… …tra poco c a in b con la Samp…
    STORDITI riattivate la materia grigia!!!!!?

  7. il contabile por el pueblo

    LUCA ti ricordo che la Juve ha fatto una striscia storica di 24 vittorie in 25 gare e Higuain ha battuto il record degli anni 50 di Nordhal.Abbiamo proprio perso l’occasione di vincere il terzo scudetto o arrivare direttamente ai gironi!Eh già che occasionona irripetibile.E anche per il terzo posto, mannaggia che rammarico:se fosse arrivato Mammana…peccato che il sig Kalinic è andato in riserva e con lui la squadra intera che manca poco che il Sassuolo ci sopravanza.Sousa si dimetta se non ha voglia e pure voi dedicatevi ad altro.Il portoghese prende 83.000 euro al mesi NETTI per allenare uno dei club storici in Italia.Dovrebbe fare i salti invece è triste poverino.Certe cose mi fanno girare i cocomeri non sapete quanto.Etica e morale a farsi benedire.

  8. mi domando cosa abbiamo fatto di male noi fiorentini ad avere una proprietà così indisponente, incompetente,pidocchiosa e chi più ne ha più ne metta…….ma se ne vadano via comprino una squadra secondo le loro possibilità dai braccini corti nella loro terra e ci rimanghino. Siamo stufi di questi giochini alla meno…meglio un imprenditore con meno possibilità economiche ma quelle poche che ci può mettere le metta
    con amore x questa squadra che questi affaristi marchigiani che pensano a farsi solo pubblicità …..Scarpai via!!!!

  9. Vedi grigliata, ah scusa Enrico, condivido in parte quello che dici. Questa, con questa proprietà, è la nostra dimensione, piaccia o no. Ma questo non è esattamente ciò che affermò Montella, ragione per cui poi cadde in disgrazia a molti? Aggiungo che Sousa avrebbe dovuto capire queste cose quando fu chiamato a sostituire Montella. Perché questa proprietà avrebbe dovuto mutare con lui un modus operandi chiaro fin dai tempi di Prandelli? Una domanda però vi porgo: se deve essere linea verde perché si cedono Fazzi e Capezzi, non si valorizza lazze o non si ricomprano (a 2 mln) i vari Piccinni o Bittante invece di spendere quasi 7 milioni tra dragowski e diks che ha ballato con il Trentino team? Non è che i nostri giovani se ne vadano perché non hanno procuratori amici? Quanto a Sousa non vorrei che il rendimento di Baba come l’accantonamento di Rossi diventasse qualcosa di cui pentirsi amaramente. La realtà che ormai oltre alle strisciate e a Roma e Napoli, anche Sassuolo e Torino tra un po ci distanzieranno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*