Sousa e le urla a Babacar: Ecco cosa chiede il tecnico al suo attaccante…

Paulo Sousa Milan

Paulo Sousa Milan

Paulo Sousa e Babacar, Babacar e Paulo Sousa. Non mancano mai i dialoghi tra i due in campo e spesso l’allenatore della Fiorentina si ritrova ad urlare al proprio giocatore. Perché? La Gazzetta dello Sport scrive che, durante la settimana, il rapporto tra i due è molto buono, ma prima Sousa spiega, poi chiede e pretende. Il tecnico vuole che il suo attaccante non abbandoni mai mentalmente la partita. Deve fare pressing e rincorrere gli avversari. E poi deve eseguire i movimenti provati in settimana. Un dispendio mentale che non sempre Baba riesce ad accettare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Babacar ha sempre fatto quello che chiede Sosa, non è uno che sta fermo nella tre quarti, pressa, difende la palla, va a sopportare la nostra difesa nei calci d’angolo o punizioni, non è indolente come molti dicono; c’è un problema, è una punta, non un centravanti e preferisce giocare con un’altra punta, perchè rende di più, preferisce partire da lontano ed inserirsi negli spazi; sta ai compagni leggere i movimenti per ricevere palla…può giocare benissimo con Kalinic perchè fa un gioco diverso

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*