Sousa: “E ora confidiamo nei giardinieri e nel loro miracolo. Non esiste Fiorentina da trasferta”

Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

L’allenatore viola, Paulo Sousa non è d’accordo con chi parla di Fiorentina da trasferta: “Il dna è quello della Fiorentina sia in casa che fuori. E’ la capacità di finalizzazione che è differente. La risalita in classifica è già iniziata da tempo, anzi ci mancano dei punti. Bernardeschi sta crescendo, ci stando molta concretezza anche se ha tanto da fare ancora. Deve partecipare di più anche alla costruzione ma in questo momento ci sta aiutando a vincere le partite. I moduli per me non sono importanti, fondamentali sono le dinamiche di gioco. I ragazzi stanno raggiungendo un livello caratteriale importante. Sapendo che il nostro gioco è propositivo sempre rasoterra, confido nel lavoro dei giardinieri che stanno facendo un’opera straordinaria sia al Franchi che al centro sportivo. E sicuramente faranno del loro meglio per farci giocare nelle migliori condizioni possibili. Dobbiamo cercare di recuperare al più presto per ottenere una vittoria convincente, in casa e che ci dia il primo posto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Dario

    Sousa é stato un bravo calciatore ma come allenatore deve ancora fare un pochino di gavetta nell’allenare nella serie A italiana… Poi probabilmente quello che fa ha una logica che noi non possiamo sapere visto che non siamo ne nella sua testa ne agli allenamenti. Magari i risultati li vedremo a maggio e dovrò ricredermi… ma per adesso non mi sembra sappia leggere bene le partite e sfruttare al meglio la rosa visto anche gli impegni dell’EL. Inoltre convieni che a volte esce con delle frasi che danno adito a diverse interpretazioni spesso infelici e fanno inca*****. Per questi motivi ad ora non mi entusiasma che sia sulla panchina viola. SFV.

  2. Sousa è bravo e in molti ancora non l’hanno capito. Il motivo è che di calcio non ci capiscono una mazza. Se ci mancano punti è per motivi di qualità ( vedi didascalia sui DV alias braccini marchigiani ) e per sfortuna.

  3. Il campo del franchi sia rimesso a posto su questo concordo con sousa. Contro il paok bisogna vincere senza alibi.

  4. Purtroppo non sono solo “napoletani” i tifosi demenziali che volevano addirittura esonerare l’allenatore e che hanno fischiato la squadra dopo una partita in cui la Fiorentina aveva giocato un ottimo primo tempo contro la Samdoria. Una parte minoritaria dei tifosi esprime così la sua frustrazione perché abbiamo una società che anno per anno nei vari mercati si indebolisce scientificamente mentre altre squadre comprano giovani ottimi calciatori italiani

  5. Nazione Toscana

    Pare che i napoletani che offendevano il nostro allenatore siano spariti.
    Menomale.
    Forza Sousa!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*