Sousa: “E’ un momento diverso rispetto alla scorsa stagione, e lo sappiamo. Mi aspetto che la rosa sia completata”

Mister Paulo Sousa parla al termine del match contro il Valencia, perso dalla Fiorentina per 2-1. Queste le sue parole a Radio Bruno: “I cambi hanno portato intensità al Valencia, questo gli ha permesso la supremazia nel finale. Oggi si sentiva già una determinata intensità di gioco. I ragazzi a tratti hanno giocato qualità velocità, molto vicino a quanto fatto anno scorso, riuscendo a superare il pressing avversario. Dopo i cambi, la loro freschezza ha prevalso e questo ci ha portato alla sconfitta. Borja Valero? Cerco di essere positivo, spero di avere tutti, spero che possa recuperare e i medici gli diano l’ok per essere con noi sabato. Non ci voleva ora l’infortunio, abbiamo misurato i carichi proprio per non avere infortuni. Sul contrasto si è fatto male alla caviglia. Siamo in un momento diverso rispetto ad anno scorso, ma ne siamo consapevoli. I calciatori nuovi si stanno integrando, e si stanno adattando al gioco e allo spogliatoio. Stiamo crescendo per iniziare bene il campionato. Io alleno i ragazzi aspettando che la nostra rosa sia completata, dopo di che, testa al campionato e cercare di vincere il più possibile”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

38 commenti

  1. Caro Berni, bell’incoraggiamento il tuo. Augurare alla Fiorentina di scendere in B è da incoscienti e da tifoso juventino. Anzichè chiedere conto a Sousa come mai Ilicic è fuori forma, come mai Mati Fernandez va sempre peggio, come mai Astori combina sempre cazzate come quella di ieri sera contro il Valencia, come mai Tatarusanu prende gol come un portiere di una squadra che gioca in un torneo di scapoli ed ammogliati tu cosa affermi? Meglio la B. Ma siamo arrivati alla follia. Prenditela invece con il signor Corvino che da giugno ad oggi, 14 agosto, non ha saputo trovare un difensore che possa rimpiazzare Astori o Tomovic e un centromediano che possa sostituire Gonzalo Rodriguez, che lo vedo sistematicamente in affanno ed eccessivamente nervoso. Non pensare ai Della Valle ma concentrati sull’uomo mercato, sull’allenatore e sui giocatori viola.

  2. L’ unica soluzione a questo in questa situazione societaria stagnante è la cessione o la serie B , mi auguro la prima, anche se , dovessero le cosè prendere un brutta piega , stavolta qualcuno corre nel viale dei mille !!!

  3. Mister hai una GRANDE squadra ,tocca a te farli giocare da GRANDI. ..devi solo cambiare il portiere …fai giocare il polacco e davvero FORTE.

  4. Il problema é solo esclusivamente la società”!!!!!! Non da un obbittivo non in investe e la squadra ridponde cosi
    Ma la cosa che fa più paura sono questi leccavalle che difenderebbero i loro padroni anche se si va in B

  5. mister, basta nervosismo e disfattismo!! tiriamo fuori la grinta, giochiamo semplice e basta puntare al divertimento!! da ora conta solo vincere!! testa al campo e non ad altro e vale anche per i giocatori!! al resto pensino rapidamente i dirigenti!!

  6. Se volete salvare la Fiorentina bisogna mandare via e subito Sousa, ormai e’ nel pallone e non ci capisce piu’ niente Ed ho anche l’impressione che la squadra non lo segue piu’.

  7. Si FRADIAVOLO,e dove pensi che sarebbe andato Sousa? Chi pensi che lo volesse in uno dei quattro campionati top europei? Forse qualche squadra che lottava per salvarsi. Magari avesse fatto quel che hai detto te,almeno prendevamo un allenatore meno conosciuto,meno pretenzioso e che faceva salti di gioia per allenare la Fiorentina,qualunque fosse l’organico. Bei tempi quando le società facevano le squadre in base alle loro possibilità,e poi l’allenatore chiedeva al massimo un nome da prendere,e allenava ciò che aveva a disposizione. Senza alibi,senza tanti discorsi,senza tante chiacchiere a vuoto. Così si giudicava anche la bravura di un tecnico. Adesso cosa vuoi giudicare? Vedi un Mancini,ma ce ne sono tanti altri che fanno come lui,

  8. Fradiavolo. Fino a quando continuerai questa storia? A c…..e ci dovrebbero andare tanti discorsi come questo. Sei un disfattista e come tale ti mando a quel paese. Ma forse è quello che volevi sentirti dire

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*