Sousa ha deciso. Ecco l’assetto della squadra che affronterà l’Inter

Tello Bologna

Il Corriere dello Sport-Stadio propone questa mattina nel dettaglio gli uomini che Paulo Sousa dovrebbe schierare dall’inizio contro l’Inter domenica prossima. L’unico dubbio resta dietro dove c’è un ballottaggio aperto tra Tomovic e Roncaglia. Gonzalo e Astori invece sono certi del posto. Bernardeschi, Borja Valero, Vecino e Alonso comporranno il centrocampo, mentre Ilicic e Tello dovrebbero giocare alle spalle di Kalinic. Possibile che Alonso possa anche retrocedere sulla linea dei difensori e Bernardeschi collocarsi coi trequartisti per un 4-2-3-1 molto intrigante. Niente Zarate, Kone, Tino Costa e Benalouane, gli altri nuovi dovrebbero tutti partire dalla panchina, anche se per gli ultimi due, a dire il vero, c’è ancora qualche dubbio sulla convocazione a causa di alcuni problemi fisici palesati negli scorsi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Se si deve giocare col 4-2-3-1 vedo etremamente complicato il ruolo di tello perchè sa fare la fase offensiva ma in quella di copertura è completamente assente. Chi l’ha visto a Bologna se n’è reso conto chiaramente. e questo modulo non può prescindere da esterni che coprono, a meno che dietro tu non abbia un Lahm che sta dietro Robben ( che, anche lui, non copre mai o quasi). E Borja come interdittore ce lo vedo veramente poco e in una posizione veramente rischiosa. Ci vogliono altri giocatori per questo modulo, ad oggi il 3-4-2-1 o, meglio per me, il 3-5-2

  2. Un centrocampista e un difensore di livello servivano come i pane, visto la carenza della panchina e la qualità delle riserve, ora c’è anche la coppa uefa da affrontare, speriamo in un miracolo.

  3. La squadra aveva bisogno come il pane di un difensore, sia da un punto di vista numerico, che qualitativo. Difatti il difensore è arrivato, sul filo di lana, l’ultimo giorno di mercato, perdipiù rotto……E qualcheduno si chiede come mai si muovano critiche ai fratelli mocassino…..

  4. penso che il passaggio alla difesa a 4 si una cosa fondamentale perchè oltre a dare più garanzie(si rischia di meno) rende il lavoro dei centrocampisti meno dispendioso dovendo in due compensare sia il lavoro dei difensori che quello dei tre “trequartisiti”

  5. Zarate è giustissimo che stia in panchina finché non giocherà per la squadra. Fino a quel momento è una pallottola impazzita da mettere l’ultimo quarto d’ora

  6. 4-2-3-1 tata roncaglia gonzalo astori Alonso vecino borja bernardeschi ilicic tello zarate

  7. In effetti Zarate con quel goal al Carpi si è guadagnato la panchina. Strano che non venga riproposto dall’inizio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*