Sousa: “Ho già detto a Cognigni cosa voglio. Mi aspettavo un impatto più difficile per me e quella partita con la Roma…”

Paulo Sousa in primo piano. Foto: LF/Fiorentinanews.com
Paulo Sousa in primo piano. Foto: LF/Fiorentinanews.com

In conclusione Paulo Sousa fa un po’ un sunto sulla stagione, sotto vari aspetti: “Dobbiamo partire dall’inizio e dal fatto che tutti consideravano le varie squadre e nessuno aveva aspettative su di noi. Ce le siamo creati noi le aspettative. La Lazio stessa ad esempio è una squadra che è stata danneggiata dal punto di vista emozionale nel corso della stagione, non parliamo quindi solo delle milanesi. Se resto sicuramente? Sono stato molto chiaro su questo, forse il mio italiano non è il migliore ma pensavo di essere stato chiaro. Il presidente Cognigni è stato molto chiaro sul fatto che sarà molto presente e si prenderà le sue responsabilità, dando la linea guida e direzionando le persone. Ho già riferito a lui le mie richieste, lui le girerà al vertice e mi farà sapere poi la linea da seguire ma non conosco date. Partita rimasta impressa quest’anno? Credo che la partita con la Roma in casa, essendo quella la squadra per me più forte a livello di organico, non la approcciamo bene. Ma facemmo poi una gara straordinaria per vincerla, con tanti episodi a sfavore che condizionarono il risultato. Nel momento in cui eravamo è stata una partita chiave e ne abbiamo già parlato: dal Napoli in casa e fuori, sono partite che se vinte avrebbero indirizzato in un altro modo la fiducia e la determinazione. Fiorentina Women’s vicina allo scudetto? Sempre di Fiorentina si parla, per cui gli auguro il meglio possibile per renderci orgogliosi di loro. Se mi aspettavo una stagione così? Mi aspettavo un’esperienza più difficile per me, ero comunque convinto che avrei raggiunto risultati positivi. Perché uno non perde mai quando è chiaro, onesto e coerente verso sé stesso e gli altri. Il mio calcio può piacere più o meno ma rimanere sempre sé stessi è già un risultato raggiunto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Tony47, io capisco che la memoria del tifoso e del giornalista sia mediamente volatile come la RAM di un computer, ma (dato che il riferimento di Sousa era alla conferenza stampa pre Palermo) mi sembra fin troppo chiaro. Poi, se avete bisogno che ve lo ripeta una volta al dì come le supposte, che vi devo dire, problemi non di Sousa:

    http://www.ilsitodifirenze.it/content/495-sousa-resto-alla-fiorentina-cognigni-riferimento-di-tutti-noi

    (P.s.: chiedo scusa se ho linkato un altro sito, ma purtroppo Google non mi ritrovava il relativo articolo di FN.com)

  2. maurizio firenze

    l unica soluzione e CAMBIARE allenatore se no con SOSA si fa la fine della sampdoria con l altro fenomeno MONTELLA…

  3. Gabriele, ti premetto che non voglio assolutamente fare polemica, ma tu dalla frase ” SONO STATO MOLTO CHIARO SU QUESTO” che cosa hai dedotto, cioè secondo te che voleva dì? Poi come la pensa Jorgensen su Firenze potrebbe essere vero.

  4. “Se resto sicuramente? Sono stato molto chiaro su questo, forse il mio italiano non è il migliore ma pensavo di essere stato chiaro.”

    Quattro siti, tutti (e ci mancherebbe solo quello) la riportano, ma nessuno che sottolinei questa dichiarazione. Come giustamente dice Jorgensen, “a Firenze si parla e si fa troppa polemica”.

  5. Sto rivalutando Sousa. Merita un’altra chance. Spero continui a ribadire che il capo e’ Cognini…….Ormai è chiaro che e’ separato in casa…….

  6. Alessandro ale

    ROMA più forte a livello di organico? Digne rudiger manolas el shaarawy schezny ?? Accanto a buffon barzagli alex sandro evra dybala e bonucci? Tu ci capisci

  7. Ma Sousa capisce veramente di calcio? Come fa a dire che la Roma ha l’organico più forte? Ci sono Inter e Juventus che sono superiori.Mah….?!?!?!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*