Sousa: “Ho rotto con società che non riconoscevano il mio lavoro. Sassuolo? Ci presseranno, ci serve velocità”

In conclusione Paulo Sousa parla di Zarate e di Sassuolo: Zarate è un calciatore che rompe gli equilibri. Quando siamo in spazi stretti, vicino alla porta, è un giocatore con una dimensione calcistica che sicuramente crea difficoltà ai nostri avversari. Stiamo cercando di introdurlo al meglio possibile per aiutarci, è un ragazzo che si è integrato ed è pronto ad entrare sia dall’inizio che a gara in corso. Rapporti corti con le squadre precedenti? Spesso ho interrotto il mio rapporto perché non è stato dato rilievo al lavoro mio e del mio staff. In contemporanea ho avuto l’opportunità di valutare altre proposte di lavoro. Sassuolo? Credo che sia la squadra che meno ha cambiato nei suoi giocatori, nel suo approccio alla partita, sta facendo molto bene. È basata sull’aggressività con e senza palla, vive tantissimo di intensità e di conseguenza è una squadra difficile, riesce a difendere alto, avere profondità nelle transizioni offensive. Porta tanti elementi a pressare e per questo dovremo essere veramente intensi nella velocità delle nostre decisioni, nella qualità tecnica e nella possibilità di superare l’avversario nell’uno contro uno per avvicinarci in modo più veloce alla porta avvesaria”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. Fossi Sousa oggi contro il Sassuolo schiererei in campo tutti i mediocri acquisti voluti da DV a gennaio per tenere i bilanci a posto spegnendo i sogni di una Firenze orgogliosa finalmente di vedere a Natale la sua Fiorentina ai vertici…Dopo 15 lunghissimi , tragici Zero Titoli in Bacheca a gennaio la proprietà aveva obbligo morale di far fare il tanto sospirato salto di qualità scudetto nel mercato invernale di riparazione…Invece un fallimento totale dopo quello clamoroso in campo in Coppa Italia contro il modesto Carpi…Neanche la priorità assoluta di un forte difensore centrale è stata esaudita..Sousa oggi ridicolizzare i braccini senza passione calzolai mettendo in campo i gioielli regalatici: Costa, Kone’, e ci metto dentro anche Tello e Zarate di dimensione da squadra di seconda fascia…Col Sassuolo perderemo ma sicuramente avremmo vinto nel indurre i nobili pidocchiosi ciabattini marchigiani a cedere la nostra Fiorentina che con codesti ha toccato il punto più basso dei suoi 90 anni di storia…Cecchi Gori fu fatto fallire perché politicamente e commercialmente scomodo da Berlusconi a inizio nuovo millennio padrone e padrino assoluto a 360 gradi di quel Italia…Cecchi Gori si batteva contro tutto e tutti per una Fiorentina stellare facendoci conquistare anche un paio di Coppa Italia,una SuperCoppa Italiama e sfiorando lo scudetto con top Player come Batistuta, Toldo e Rui Costa sotto la guida di Trapattoni….Con i nobili ciabattini marchigiani al cielo al mattino i nostri giocatori sollevano al massimo dalla scarpiera le loro lussuose calzature griffate Tod’s vera e unica passione della famiglia Della Valle

  2. Non v’è scampo con il duo mocassino…se ne vanno tutti…a questo punto trovare un allenatore disposto a soggiacere al progetto dei Della Valle bros.non sarà facile.Qualche emergente ,forse più facile un bollito .E’ comunque poco importante perché con i non budget messi a disposizione neanche mago Merlino.Sfido i numerosi, purtroppo, Lusyravalle presenti sui vari siti a quantificare fino da ora lo sfacelo estivo preventivazione.

  3. Maurizio Firenze

    ciscko e alessandro toscana..simpatici come MUGHINI….

  4. Maurizio Firenze

    ANDRYY71 con un nome cosi devi avere un grande successo alle CASCINE…..moviti che sei in ritardo ti aspettano….ahahahahhahahh

  5. Maurizio Firenze

    il tempo mi dara ragione …come sempre…..sia con
    prandelli prima..montella . poi….ed ora con il peggio di tutti…SOSA LA SOLA…

  6. Invece di chiamarti Maurizio di Firenze faresti meglio ha cambiare con Maurizio di Torino chiaramente sponda bianco nera GOBBO!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*