Sousa: “Il Chievo ha fatto un grande campionato. Futuro? Sono sempre stato chiaro, vogliamo creare una mentalità vincente”

Paulo Sousa in primo piano. Foto: Activa Foto.

Paulo Sousa, allenatore della Fiorentina, si è presentato in sala stampa alla vigilia della trasferta di Verona contro il Chievo: “Il Chievo sta facendo un grande campionato, hanno dei principi acquisiti da sempre. Nel girone d’andata abbiamo fatto una partita importante, non concedendo niente al nostro avversario. Sarà una partita simile a quella dell’andata, visto che non ha cambiato praticamente niente ad eccezione della cessione di Paloschi. Futuro? Sono stato molto chiaro da sempre, ho sempre cercato di proporre la mia idea sia sul piano tecnico-tattico che strutturale. Ho parlato alcune volte di diversi modelli sportivi, solo quelli che comandano possono riferire il modello che vogliono e i profili delle persone che vogliono a lavorare. Io posso avere tutte le mie idee e le ho già dette, ho fatto la mia valutazione e la mia analisi. Adesso posso continuare a lavorare sui punti importanti, non posso prendere un ruolo che non è il mio. Incontri con il capo? Meglio tardi che mai. Quinto posto? Ho già detto che io non alleno la paura. Questa è una grossa opportunità per dimostrare la maturità che abbiamo e in queste partite che mancano lo dimostreremo. Vogliamo creare una mentalità vincente, in tutte le partite devi fare di tutto per vincere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Credo si stia sfiorando il ridicolo. Ma che cao, se ADV comanda vada da Sousa e gli parli senza passare attraverso quella decina di inutili dirigenti che abbiamo. Se poi è DDV a comandare allora alzi il sedere e vada a dire che ca*** vogliamo fare. Viceversa, ci dispiacerà molto, ma sopravviveremo anche senza di loro. Sono sempre stato dalla parte dei DV ma adesso basta, stanno proprio esagerando con questa stupida attesa. La mia Fiorentina è costituita da DDV “Patron”, ADV Presidente a tempo pieno (oppure faccia solo il tifoso) viceversa si scelga un Presidente che sia anche uomo di calcio, Prade’ (o chi per lui) Direttore Sportivo, Soausa Allenatore. Inserire poi in Organigramma i vari Antognoni, Batistuta, ecc.

  2. No ! un altro traditore che vuole chiarezza e si permette di chiedere i programmi ! ma che capitano tutti a noi ??? Tutta sta gente che vuole risposte chiare invece delle bufale che ci propinano a ripetizione ? Ma che siamo ammattiti ? Leccavalle, pensateci voii a dirne tutto il male possibile di questo ignobile individuo. Vi voglio in corteo con alla testa Gnigni e Bucchioni. Dovranno chiudere via Palestro, perché almeno una quindicina abbondante sarete, ci scommetto.

  3. supercannabilover

    Ha più passione Campedelli nell’unghia del suo mignolo che tutti i dv e dirigenti che sono in società messi insieme. Oltretutto ha persone competenti che fanno di una società priva di bacino di utenza, priva di risorse, una realtà stabile nel seppur scarso campionato di serie A. Inoltre è quasi sempre allo stadio e questo spesso aiuta i giocatori a dare il meglio. Lo vorrei al posto dei dv? Si, perché la passione va oltre il potenziale economico (non speso!)

  4. Come disse Montella: ad ADV non riferiscono tutto.
    Troppi dirigenti. Troppi filtri.
    Ma è anche vero che ADV potrebbe quantomeno alzare la cornetta e interpellare Sousa direttamente.
    Ma secondo voi quando uno ha la coscienza sporca e non ha carattere, può mai sostenere il dialogo con l’allenatore al quale aveva raccontato bugie e fatto promesse a vuoto???

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*