Sousa: “In programma incontro con Della Valle, questa settimana era impegnato. Abbiamo controllato quasi tutta la partita”

Paulo Sousa in primo piano. Foto: Activa Foto.
Paulo Sousa in primo piano. Foto: Activa Foto.

L’allenatore della Fiorentina, Paulo Sousa, ha detto a Mediaset Premium: “Appena abbiamo deciso di cambiare gli equilibri, ci siamo troppo allungati e abbiamo permesso agli avversari di crearci difficoltà. Ma abbiamo controllato quasi tutta la partita, anche se non siamo stati troppo aggressivi negli ultimi metri. Ilicic è entrato fresco e voglio che si prendano tutti le proprie responsabilità. Ha avuto l’occasione per prendere questi tre punti e non l’ha sfruttata, anche se sta facendo una bellissima stagione. Ci sono giocatori che hanno determinate caratteristiche. Zarate ha voglia e fame di fare gol e ha determinati comportamenti. E’ cresciuto durante la partita. Tello ha bisogno di prendere una sua regolarità e può fare bene con la sua capacità di dribblare. Ci sono diversi fattori che determinano i risultati. Siamo consapevoli delle nostre capacità, ma abbiamo perso un po’ di fiducia rispetto all’inizio della stagione. E’ cambiato che non siamo più efficaci come lo siamo stati all’inizio, perché sono state pochissime le partite in cui gli avversari ci hanno messo in difficoltà col gioco e hanno avuto più occasioni di noi. Vertice con la proprietà? Della Valle mi ha chiamato per dirmi che questa settimana non poteva venire a Firenze, perché era impegnato, ma sicuramente la prossima settimana ci vedremo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. La pseudo società ha nettamente la colpa di questo tracollo, dilettanti che deprimono l’ambiente, ma onestamente anche Sousa non mi incanta più, anzi mi ha stufato con le sue supercazzole e il suo non gioco. Ginone aveva ragione, l’e’ tutto da rifare, servirebbe aria nuova x ridare entusiasmo a una piazza unica e passionale, messa in ginocchio nel morale e amputata nei sogni dai DV e dall’ esetcito dei loro portaborse creati dirigenti, completamente a digiuno della materia calcistica, ignari di come funzioni il mondo del pallone, a dieta per giunta di fiorentinita’.

  2. maurizio firenze

    forza e coraggio che sono le ultime che fai…poi per fortuna esonero… ce solo WALTER MAZZARRI…WALTER MAZZARRIIIIII…a casa il BRODO PORTOGHESE..detto conte MASCETTI..il SUPERCAZZOLARO…

  3. L’unica cosa vuota è questa società di dirigenti di scarpe che non riesce a mettere punti fermi su niente: niente potenziamento della squadra e vanifica di un possibile piazzamento nell’europa che conta, niente trofei o coppe o coppe del nonno, niente di niente da 14 anni, niente programmi e obiettivi chiari, niente passione sportiva, niente adrenalina nei tifosi costretti a seguire la noia di partite con la speranza che finisca tutto presto,niente stadio e progetto viola buono solo per vivacchiare alla faccia dei tifosi creduloni, niente cortei e festeggiamenti se non per la vittoria di squadre simpatiche di altri campionati o di serie B, niente future visite al ritiro viola, niente futuro abbonamento allo stadio, niente futuro canone per la Tv a pagamento, niente radio Bruno ormai piena di sola pubblicità e di urla guettiane sempre più scarse, niente di niente!

  4. I limiti del signor Paulo Sousa stanno venendo tutti a galla. Ma una squadra priva di attaccanti e di uomini in grado di impegnare i portieri avversari come può sperare di vincere? La Viola può fare solo possesso palla, come ha fatto per 80 minuti contro il Chievo, ma è incapace di fare gol, perchè, a mio avviso, i giocatori non sono allenati a calciare il pallone. L’esempio più lampante di questa incapacità l’ha fornito Marcos Alonso che a tre metri di distanza dalla porta vuota del Chievo ha scagliato il pallone a trenta metri di distanza. Si dovrebbe vergognare il signor Paulo Sousa, che si prende puntualmente lo stipendio e poi schiera in campo giocatori che sanno fare tic-toc, incapaci di calciare il pallone verso la porta avversaria, senza nessuna dignità e senza rispetto per i tifosi.

  5. Solo bravo a dire chiacchiere e a non dire niente. Ma vattene dove vuoi, in giro c’e di meglio. Oggi il Torino con 9 ragazzini ha distrutto l’Udinese, invece tu hai fatto ridere.
    Ma chi pensi di essere, dove hai allenato?

  6. Ennesima intervista piena di parole vuote

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*