Sousa: “Io realista e non più sognatore? Frase estrapolata dal contesto. E ora mi tocca cambiare modo di comunicare”

Il tecnico della Fiorentina, Paulo Sousa, ha parlato con Sky, dopo il successo contro il Bologna: “Dobbiamo sempre cercare i segnali positivi. Abbiamo giocato contro una squadra difficile, che sta molto bene,  purtroppo non siamo riusciti a chiuderla come dovevamo, ma abbiamo ritrovato risultato e gioco. Abbiamo meritato questo successo. C’è mancato di dare velocità al gioco nel secondo tempo. Io realista e meno sognatore? Cerco di rispettare il lavoro di tutti, ma le mie parole sono state estrapolate da una domanda relativa al mercato. E purtroppo devo cambiare il mio modo di comunicare da ora in poi. Io cerco di raggiungere sempre il massimo e punto a dare stimoli agli altri per raggiungere lo stesso. Per fare questo bisogna che tutti siano al massimo della forma. Kalinic segna solo fuori purtroppo per ora, ma stiamo lavorando per oltrepassare i momenti sfavorevoli che abbiamo passato. Non era facile battere due volte un rigore, ma questi momenti lasciano un’inerzia positiva e portano vittorie”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Caro Sousa… guarda che il tuo modo di parlare non è comunicare perché non hai mai detto niente!!!
    E’ solo un bla bla bla mentale e autoreferente in cui ti piace ascoltare la tua voce…ma facci un piacere e vai via…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*