Sousa: “La ricerca del difensore dipende da cosa offre il mercato. Posizione Borja? Basta che sia in campo”

Paulo Sousa Primo Piano

Parole in sala stampa per Paulo Sousa: “Ho avuto delle risposte anche se inizialmente non abbiamo preso le decisioni giuste, avendo più persone davanti pensavamo di dover forzare il passaggio in avanti. Dopo 15-18 minuti la squadra ha cominciato a crescere, avere più convinzione anche se con linee diverse. Pur con tempi diverse abbiamo creato diverse opportunità, dove con un po’ più di cattiveria potevamo chiudere prima la partita. Sono molto contento della prestazione dei ragazzi, per il gioco ed il bisogno del risultato. Babacar tra i migliori? E’ questo che voglio vedere in tutti i singoli, l’attitudine e la convinzione. Il dare tutto quello che hanno. Oggi Baba è stato una risorsa molto positiva per la squadra, si evidenziava già durante la settimana ed oggi abbiamo avuto una conferma importante su di lui. Importanza della vittoria? Credo che a livello mentale è molto importante, quello che mi soddisfa di più sono le convinzioni che abbiamo messo in campo, in un momento difficile. Dove mi piace di più Borja? In campo (ride ndr). E’ un ragazzo che ha capito le necessità del suo ruolo diverso. Tante volte era isolato. Ha avuto tempi giusti, in copertura, chiusura, costruzione. E’ un ragazzo che ci sta regalando sempre il massimo ed il meglio di se. Quando otteniamo questo da parte di tutti, andiamo molto vicini alla vittoria con qualunque avversario. Rammarico per le sconfitte? Sono episodi che accadono durante la stagione, l’importante è che noi siamo sempre stati noi stessi. Può accadere di essere meno incisivi come contro il Milan, che non ha creato troppe occasioni. Con quello che abbiamo a disposizione dobbiamo essere realisti, non possiamo avere sempre tutto. Vittoria della difesa? Abbiamo speso tante energie sia nella transizione difensiva che in quella offensiva. Borja e Verdù hanno dato tanto in entrambe le fasi. Il gol di un difensore arriva poi da una costruzione dell’intera squadra; il blocco difensivo ha lavorato molto bene comunque. Ritorno di Pasqual capitano? Manuel domenica scorsa ha raggiunto un numero importante per la storia della Fiorentina, per questo era un momento in cui meritava, per come sta lavorando, un riconoscimento. Ha risposto con una prestazione molto buona. Cinismo? Sì, ma abbiamo avuto diverse occasioni. Due con Ilicic, una con Bernardeschi e Zarate. Per questo parlavo di cattiveria. Dopo il primo quarto d’ora siamo riusciti a controllare la partita con i nostri ritmi di gioco contro una squadra che difende bene e con tanti uomini dietro la palla. Cinici sì ma vogliamo essere più cattivi. Se basta un difensore? Noi dipendiamo sempre da cosa offre il mercato. Abbiamo una squalifica ancora in vigore in Europa League ed ora arriva un mese con un numero di partite importante. Questo comporta il dovere della freschezza. Un numero effettivo maggiore a disposizione permette di garantire questo. Come detto però, da queste difficoltà può nascere un’occasione di miglioramento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Credere nel massimo in campo e fuori.

  2. abbiamo pochi difensori e pochi sanno marcare l’avversario

  3. arriva o Mammana o Lopez
    piu Izzo

    poi Cigarini

  4. o France
    ma cosa scriviiiii

  5. ma cosa dici uccellino viaaaa

  6. Toscanello viola

    Cigarini e Benalouane !!!!

  7. Hanno i braccini …

  8. Cigarini e Mammana sarebbero il toccasana ma dubito che Prade’ riesca a prenderli perchè ci vogliono i soldi e lui sembra non avere disponibilita’ per fare la spesa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*