Sousa: “La squadra non mia? Ho pensato solo a fare l’allenatore. Le occasioni per provare le due punte sono sempre buone”

L'allenatore Paulo Sousa in primo piano. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa riparte anche dalla piccola polemica del post partita con la Samp: “La nostra idea è lavorare sui nostri concetti e in base all’avversario che abbiamo davanti. In questo caso abbiamo l’Empoli, in questa settimana ho visto tanta competizione tra i ragazzi per convincermi a sceglierli in vista di domani. Questo mi ha fatto molto piacere. Se ho mancato di rispetto a qualcuno con la frase post Samp? Molte risposte di giocatori si basano sulla domanda, Sanchez ha parlato della vicinanza a me perché gli era stato chiesto questo. Per il resto io sono molto orgoglioso dei miei ragazzi perché mi dimostrano ogni giorno che vengono ad allenarsi con gioia per competere. Dall’inizio della stagione mi sono concentrato solo sul mestiere di allenatore della Fiorentina e su nient’altro. Se guarderò il derby di Milano? Come risultato non possiamo controllare nulla, lo guarderò perché mi piace il calcio, anche se a quell’ora saremo concentrati sulla nostra partita. Occasione per le due punte? Tutte le occasioni sono buone, sempre che stiano bene entrambi. A inizio campionato abbiamo lavorato tantissimo su questo, per poter avere anche equilibrio, e continuiamo a lavorare per poter vincere, con uno o due attaccanti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*