Sousa: “L’anno scorso sognavo, quest’anno mi hanno riportato alla realtà. Babacar continui a lavorare” VIDEO

Paulo Sousa, tecnico della Fiorentina,  parla così alla vigilia della trasferta di Bologna: “L’anno scorso ero sognatore oggi sono realista perché la realtà è più forte dei sogni. Certo, non smetto di sognare ma rispetto a quando mi sono presentato alla Fiorentina sono molto più realista. La nostra squadra non ha le caratteristiche per aspettare gli avversari e ripartire in contropiede. I giocatori hanno molta capacità di recupero, a livello emotivo l’ultima partita è pesata molto e questo comporta anche molta stanchezza in più, come ho notato nell’allenamento di oggi. Il Bologna è una squadra organizzata, molto aggressiva, che fa male agli avversari in contropiede con giocatori tecnicamente ottimo. Avremo gli spazi stretti e dobbiamo essere bravi a cercare gli spazi brevi, soprattutto con le verticalizzazioni. Babacar al posto di Kalinic? Babacar è arrivato dopo una stagione piena di infortuni ed è ripartito nel ritiro di Moena per cercare di tornare alla competizione, abbiamo cominciato dall’Austria a lavorare con le due punte ma poi abbiamo preso la decisione di giocare con una punta e Kalinic è partito favorito. E’ un ragazzo che sta crescendo e ha bisogno di avere la motivazione giusta per continuare a migliorare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

18 commenti

  1. antonio scozzi

    E la società continua ad essere cieca e sorda. Bisogma subito sbarazzarsi di questo signore che tutto sta facendo tranne che allenare la squadra. Il Bologna ci renderà ridicoli, purtroppo, e poi vediamo cosa dice questo signore incompetente.

  2. Non so se avete letto nei giorni scorsi del pericoloso aumento delle sostanze inquinanti nell’atmosfera …..si dice sia dovuto ai DV e soprattutto a come hanno condotto il mercato lo scorso gennaio. Ma basta co questa tiritera chiamiamo le cose con il loro nome e cioè una banda (diciamo solo alcuni) di mercenari guidati da un allenatore il cui unico scopo era utilizzare la Fiorentina per raggiungere il calcio che conta per cui essendo loro gli unici che vanno in campo sono gli unici colpevoli di questa situazione

  3. Dopo quel GENNAIO VERGOGNOSO la società aveva due strade esonerare Sousa o comprare buoni giocatori per rilanciare un po’ di entusiasmo…logicamente ha scelto la terza strada cioè non fare nulla e questi sono i risultati.
    Domani a Bologna si rischia una bella imbarcata!

  4. Io sono d’accordissimo con S69 e quello che dice l’ho sempre sostenuto, ma credo anche che Sousa in conferenza parli troppo, soprattutto di cose che devono rimanere in casa. Queste sono cose da dire ai Della Valle, Gnigni o Corvino, nemmeno ai giocatori dovrebbe dirlo, figuriamoci ai giornalisti. Poi certo che la colpa è di chi mette i soldini, anzi di chi non li mette, ma certe cose non vanno dette pubblicamente

  5. Sì ch'io fui sesto tra cotanto senno

    Io come sogno ti farei avere quello mio …cioè trovare un lavoro ! Ed il mio essere realista è il non sapere che domani avrò con la mia famiglia ..

  6. Il nostro allenatore io l’ho già capito, lui è bravo quando tutto va bene. Così qualsiasi bischero è buono, se a lui questa squadra non piaceva poteva dare le dimissioni subito, conoscendo ormai da molto i DV escludo che gli abbiano promesso mari e monti, e se anche l’hanno fatto non doveva crederci, lui è rimasto con poca voglia pensando, se le cose vanno male so a chi dare la colpa. Il problema è che stanno andando troppo male, e a credere che sia solo colpa dei DV sono rimasti i nemici storici, il grosso dei tifosi comincia a percepire che Sousa non è poi tutto questo stratega che vorrebbe dare a intendere. Che loro abbiano delle colpe è indubbio, ma è altrettanto indubbio , che in imprenditore mette i soldi che LUI ritiene necessari, per il buon funzionamento dell’impresa. Ci può non piacere , ma repetita juvant, è sempre Ill proprietario che decide, i sottoposti si adeguano.

  7. Re leone.La penso pari pari come te.Ma credo che siamo in tanti a pensarla così.
    Purtroppo.

  8. Secondo me con quel l’entusiasmo che trasmette Sousa e la Società domani si fa l’ennesima brutta figura…i calciatori già deboli caratterialmente come i nostri se non motivati giocano perché legati da un rapporto di lavoro ma la grinta per arrivare ..la voglia di vincere..l’orgoglio per fare una grande partita in questo momento non possono farlo perché svuotati da un allenatore confuso e da una società di p….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*