Sousa: “Non ho bisogno della fiducia di nessuno ma solo di essere me stesso. Gli infortunati? Borja Valero è indietro rispetto a Babacar”

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Dopo la sconfitta di Genova ed il caos formazione, Paulo Sousa torna in sala stampa per presentare la sfida di domani sera con la Lazio: “Noi cerchiamo di essere competitivi al massimo, sapendo che altri avversari per la loro capacità ci possono causare dei problemi per cui le mie aspettative sono quelle di ottenere il massimo con i miei calciatori. In certe partite avremmo meritato più punti di quelli che abbiamo portato a casa e questo ci avrebbe dato altre prospettive di classifica. Se sento fiducia? Non ho bisogno di questo, ho bisogno di essere me stesso per come mi sono presentato dal primo giorno, molto chiaro ed onesto. Per aiutare i miei ragazzi a crescere e la Fiorentina a vincere, per la felicità dei nostri tifosi e della società. Borja e Babacar? Quello più indietro tra i due è Borja Valero, vediamo nelle prossime ore se riesce a migliorare affinché si possa sentire a posto per poterci aiutare”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Ma chi vi dice che quella “assurda”, nn fosse la formazione migliore che potesse mettere in campo in quell’occasione ?
    Voi vedete gli allenamenti ? Conoscete i test fisici che la Fiorentina, come ogni squadra professionistica, mette in atto per valutare la condizione e il rischio infortunio ? È evidente che mettere due giocatori di contenimento sulla fascia sinistra abbia ottenuto l’effetto contrario a quello sperato (hai permesso che il Genoa spingesse da quella parte, senza avere alcuna preoccupazione di coprire), ma è un dato di fatto che sugli esterni offensivi, questa squadra ha problemi di qualità e quantità (nei piani della società, alto a sinistra, doveva giocare Toledo).
    Sousa ha sbagliato molto (per conto mio, soprattutto a inizio stagione) ma resta di gran lunga il meno colpevole. Questa squadra vale la classifica che ha.

  2. Il buon senso,che è il primo amico dell’intelligenza, diceva che col Genoa era la vera possibile
    partita da vincere delle tre. Pertanto si doveva affrontare quell’incontro con la miglior formazione ,e la miglior persuasione. L’allenatore ha fatto esattamente il contrario, probabilmente anche contro il parere dello spogliatoio; e i risultati si sono visti.

  3. Anche io disapprovo certe decisioni tattiche di Sousa, ma che i giornalisti ( si fa per dire) siano indisponenti con domande assurde e poco professionali è certo. L’atteggiamento è quello di un professionista che rifiuta i pre-giudizi di incompetenti e relative domande di quasi tutti quelli che con lui dibattono alle varie conferenze stampa.

  4. Ogni giorno più simpatico … l’arroganza impersonificata. Lasciamo perdere le scelte dei singoli giocatori dove ci sarebbe già molto da ridire ma come si può continuare ad affidarsi ad un allenatore che nella partita con il Palermo schiera 5 attaccanti più Borja Valero nel ruolo di mediano e con il Genoa manda in campo una formazione zeppa di centrocampisti e difensori con un tridente formato da due esterni ed un terzino? Quando un tecnico riesce a proporre dopo pochi giorni due formazioni così agli antipodi sul piano tattico (e comunque del tutto prive di una logica entrambe) significa che è in totale confusione mentale e rappresenta un problema per una società.

  5. Io dico che vi conviene sostenere questa squadra se volete il suo bene. C’è Coppa Italia ed Europa League, noi ci siamo in Europa League, altri non ci sono, siamo a 5 punti dalla zona Europa, non sono nulla, pensiamo al positivo, con Juve, Roma e Napoli non c’è partita per noi, in campionato, e si sapeva, con le altre ce la giocheremo fino alla fine, se ci crediamo. Se invece si vuole sfasciare tutto perchè si vuole la Fiorentina coi giocatori del Barcellona, neanche in Europa arriviamo. Calma e sangue freddo. La Fiorentina non è e mai sarà il Barcellona, abbiamo ottimi calciatori e dobbiamo sostenere loro. L’ultimo anno di Montella di questi tempi eravamo a 8 punti da Napoli e Lazio, poi siamo finiti un punto avanti al Napoli e a tre dalla Lazio in Champions. Remiamo dalla stessa parte, e non rompiamo il giocattolo con l’isterismo.

  6. Ma magari vu aveste ragione voi, a giugno si risolverebbe i’problema: via il mister e risolti tutti i problemi !
    In realtà ho il sospetto che i problemi resteranno, perché continueremo ad avere in rosa Milic, Oliveira, Sanchez, Dicks, Tomovic, Tata e Toledo. Magari andranno via Badelj, Berna, Gonzalo, Vecino e Borja, sostituiti da altri carneadi. Ma per qualcuno nn sarà un problema, se nn arrivano risultati sarà colpa del prossimo mister.
    Tanto qui, pare che gli unici problemi siano dati dai vari allenatori.

  7. Bravi commentatori, fate esattamente il gioco dei DV. Questo è proprio quello che vogliono, cosi dalla prossima stagione si riparte col nuovo allenatore che per definizione essendo appena arrivato non può avere pretese. E questo è il pane dei DV, nessuno che chieda loro niente.

    Al contrario, un allenatore che mantiene la panchina diventa col passare del tempo legittimamente più esigente in termini di mercato e quindi di investimenti, questo danneggerebbe l’equilibrio psico-finanziario dei braccini e diventerebbe un personaggio scomodo. SFV

  8. Enzo Pettirossi

    Sei un Capron se non hai bisogno della fiducia di nessuno comprati una squadra, così puoi fare quello che vuoi, lo detto ieri o ci fai o ci sei, con la Fiorentina hai chiuso sei un presuntuoso e incapace, in Italia migliori di te ce ne sono almeno 10 perciò non fare lo s*****o e lo scuffioso perché sei solo fortunato di aver trovato una società stupida quano te che ancora non ti ha licenziato.

  9. E allora smettila di pigliarci per i fondelli con formazioni ridicole che anche un bambino non metterebbe in campo. Se leggessi i commenti prepartita di Genoa sulla formazione vedresti in quanti profani del calcio vedono più in là rispetto a un ‘grande professionista’ come te. Mettere in campo quella formazione è mancare di rispetto a noi tifosi. Se non ci vuoi stare tira fuori gli attributi che dici di avere e dimettiti.

  10. Giorgio Perozzi

    Sto vedendo l’intervista in diretta. Al di là del fatto che questo allenatore bollito, ha grandi problemi con l’italiano e non sarebbe male se facesse un corso approfondito, secondo me o prende farmaci, oppure assume qualche sostanza strana. Mi sembra totalmente fuori luogo, demotivatissimo, e da l’impressione di essere lì perchè ci deve stare. Facciamo i nostri punti e mettiamoci tranquilli con la classifica. Questo signore è molto sopra le righe. SFV!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*