Sousa: “Non sono mai stato a cena con i Della Valle e non ho dovuto spiegare niente”

In conclusione Paulo Sousa torna brevemente anche sul rapporto con la proprietà viola: “Per me l’aspetto tattico e quello mentale sono i due principali da cui parto per creare allenamenti e strategie. In questo momento pensiamo naturalmente a possibili variabili ma nei momenti difficili è più utile togliere la complessità perché il nostro gioco è dispendioso a livello nervoso. Motivazioni per Empoli? Credo che la più grossa motivazione che un calciatore deve avere è lavorare nel calcio. Ha passione, ha riconoscimenti quando gioca bene per cui più di questo non devono avere. Rapporti o cene con i Della Valle? Non sono mai stato a cena con i Della Valle, a parte quando eravamo a Moena o quando Andrea ci raggiunge. I miei rapporti con loro devono essere uguali a quelli che ho con voi, con chiarezza e schiettezza, lavorando sul miglioramento di questo rapporto. Nessuno mi ha chiesto spiegazioni perché non c’è bisogno di spiegare niente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Hai rotto il c****, coglione!!! Iachini e Dunga sono allenatori da metà classifica.

  2. Maurizio FIRENZE

    Appena finisce la stagione ,se non succedono tracolli prima,ESONERO IMMEDIATO,non si puo ripetere la storia uguale con Prandelli e Montella,basta merceneri ..la FIORENTINA ai FIORENTINI…IACHINI DUNGA MAZZARRI in panchina DIRETTORE SPORTIVO FRANCO BALDINI dirigente accompagnatore e uomo spogliatoio GABRIEL BATSTUTA,l unica maniera per uscire dalle paludi che ci ha portato SOSA e SOCIETA

  3. …. e ora che i DV sanno che tu spendi 6.000€ a pasto, la vedo dura che ti porteranno mai a cena

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*