Sousa o chiunque altro: ma che la decisione sia presa

image

Con oggi sono otto i giorni dall’esonero di Vincenzo Montella dalla panchina della Fiorentina mentre quelli di cui si caldeggia la candidatura di Paulo Sousa sono anche di più. Perché non dimentichiamo che la querelle a colpi di comunicati tra l’Aeroplanino e la proprietà viola andava avanti, prima della comunicazione ufficiale sulla terminazione del rapporto, sulla scena pubblica almeno da venti giorni (in quella privata chissà da quanto invece…). Delle tempistiche che avrebbero quantomeno permesso alla Fiorentina di valutare possibili alternative e soprattutto cominciare a lavorarci in modo tale da “non farsi cogliere impreparati” (come amano ripetere i dirigenti gigliati) in caso di rottura, cosa poi avvenuta. Invece le difficoltà nel chiudere il discorso continuano ad imperversare e di passi avanti neanche l’ombra. Detto che l’urgenza primaria della Fiorentina è quella di trovare un allenatore con cui impostare il lavoro in vista della prossima stagione (che non necessariamente debba essere Paulo Sousa), ci sentiamo di stimolare l’organigramma viola affinché una decisione venga presa, che sia in direzione del portoghese o meno. Se le difficoltà per liberarlo dal Basilea dovessero essere insormontabili che ci si rivolga ad un altro tecnico, risolvendo però questa spiacevole ed estenuante situazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

21 commenti

  1. niente contro la persona Sousa. anzi ma preferivo un allenatore piu esperto ed italiano da Ventura a Guidolin a Mazzarri ( con buona uscita del inter..gli ultimi 2 con un carattere un po forte ma “funzionano”)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*